Giuliano morto a 18 anni in azienda durante lo stage. Il dolore del papà: «Il mio mondo è finito»

Giuliano morto a 18 anni in azienda durante lo stage. Il dolore del papà: «Il mio mondo è finito»

Una tragedia incredibile. Morire sul lavoro durante uno stage, quando si è ancora studenti. Non è il primo caso quello di Giuliano De Seta, il 18enne morto ieri pomeriggio, 16 settembre, schiacciato da una lastra di metallo mentre lavorava - per uno stage per l'alternanza scuola-lavoro - alla Bc Service di via Volta, a Noventa: il giovane era uno studente all'Itis Leonardo da Vinci di Portogruaro e questa era la sua prima settimana in azienda.

Per lui non c'è stato niente da fare: una lastra da due tonnellate gli è caduta sulle gambe. E le parole del papà sono toccanti: «Il mio mondo è finito», afferma, come scrive il quotidiano Il Gazzettino. «Giuliano era il classico bravo ragazzo - aggiunge Luca Sprezzola, amico di famiglia - amato da tutti, con un sacco di amici. Desiderava lavorare nel ramo dell'elettronica e delle nuove tecnologie e intanto avrebbe completato il percorso scolastico, con il diploma all'Itis di Portogruaro».

 

Cosa sia successo veramente è oggetto di indagine da parte dello Spisal dell'Ulss 4 e dei carabinieri della compagnia di San Donà di Piave, agli ordini del capitano Daniele Brasi. A quanto pare stava operando su una lastra da due tonnellate quando gli è caduta sulle gambe. Gli altri colleghi di lavoro sono subito intervenuti ed hanno allertato il 118, ma per il giovane non c'è stato nulla da fare. Ora le indagini dovranno chiarire se sono state rispettate tutte le misure di sicurezza generali in ambito lavorativo e specifiche nel caso di ragazzi che stanno svolgendo gli stage scolastici. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Settembre 2022, 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA