Giulia, nuove accuse per Turetta. Il legale: «Non chiederò i domiciliari»

Oggi lo studente 21enne sarà sentito dal gip. L’ipotesi della premeditazione

Giulia, nuove accuse per Turetta. Il legale: «Non chiederò i domiciliari»

di Mario Landi

Nuove accuse a Filippo Turetta per il sequestro e l’omicidio di Giulia Cecchettin. L’ex fidanzato della ragazza dovrà difendersi non solo dagli elementi contenuti nell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Venezia Benedetta Vitolo, ma oggi - nell’interrogatorio di garanzia nel carcere di Verona - il pm Andrea Petroni potrà contestargli anche i nuovi elementi raccolti dopo l’arresto in Germania, al termine di una fuga di una settimana e oltre mille chilometri. È quanto emerge da fonti vicine alla procura che parlano di un capo di imputazione invariato, ma «fluido», in cui «la premeditazione non è contestata». Ma questa aggravante, che potrebbe far lievitare la condanna fino all’ergastolo, viene evocata in base a una serie di elementi che sono emersi dopo, tra cui il coltello e un guanto trovati nella Gran Punto nera che deve ancora essere riportata in Italia. Turetta dovrà spiegare perché aveva 300 euro con sé, perché aveva comprato online il nastro adesivo utilizzato per impedire a Giulia di urlare, perché avrebbe studiato possibili percorsi di fuga e perché si fosse procurato dei sacchi neri trovati accanto al corpo abbandonato tra le rocce vicino al lago di Barcis.

Elementi nuovi che potrebbero essergli contestati domani aggravando, di fatto, la sua posizione, insieme alla possibilità di dover rispondere di occultamento di cadavere.

Intanto la difesa di Turetta ha annunciato che non presenterà istanza al Riesame per chiedere la scarcerazione o una misura meno afflittiva per il giovane. Lo ha precisato il legale, Giovanni Caruso, che non ha voluto rispondere alle domande dei cronisti, limitandosi a questa dichiarazione. Il 21enne studente universitario oggi avrà tre strade: tacere davanti al gip di Venezia Benedetta Vitolo, rispondere alle domande del giudice o rilasciare dichiarazioni spontanee.

riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Novembre 2023, 06:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA