Giulia e Alessia travolte dal treno, il padre non si dà pace: «Avrei dovuto accompagnarle, ma stavo male»

Le due sorelle di Madonna di Castenaso avrebbero dovuto prendere il treno per tornare a casa

Giulia e Alessia travolte dal treno, il padre non si dà pace: «Avrei dovuto accompagnarle, ma stavo male»

Sabato sera Valerio Pisanu avrebbe dovuto accompagnare le figlie Giulia e Alessia alla festa alla discoteca Peter Pan: lo ha dichiarato lo stesso padre delle sorelle di 17 e 15 anni travolte e uccise domenica mattina da un treno Frecciarossa in transito alla stazione di Riccione. E adesso non si dà pace. 

Alessia e Giulia morte a Riccione, il testimone: «Come una bomba, i corpi spariti all'improvviso». Lacrime e dolore a Castenaso

Il padre avrebbe dovuto accompagnarle

«Dovevo accompagnare io le mie figlie, poi aspettarle fuori e riportarle a casa in auto, come facevo sempre», ha raccontato l’uomo al sindaco di Castenaso, Carlo Gubellini, come riporta Il Resto del Carlino. Ma «sabato non stavo bene, e non me la sono sentita di guidare. Le mie figlie ci tenevano ad andare alla festa in discoteca, così ho detto: ma sì, per una volta potete prendere il treno da sole». Ed è al padre che, pochi minuti prima di morire, Giulia e Alessia hanno fatto l'ultima telefonata, per avvisarlo che stavano tornando a casa. È quanto emerso dalle varie testimonianze che la Polizia ferroviaria sta raccogliendo circa le ore precedenti la morte delle due ragazze. Tra queste anche quella di un ragazzo di 24 anni che ieri mattina, all'uscita della discoteca Peter Pan, ha accompagnato le due sorelle in stazione.

I disegni di Alessia

La scuola di Alessia Pisanu, la più piccola delle due sorelle, pubblica sul proprio profilo Instagram i disegni della ragazza. Un narciso giallo, una magnolia rosa. «Ciao Alessia, Ci hai lasciato così, all'improvviso e senza un perché in una bella mattina d'estate. Siamo addolorati e smarriti per come ci hai lasciato, insieme a Giulia che tanto amavi», si legge sulla pagina del liceo artistico bolognese 'Arcangeli' frequentato dalla 15enne di Castenaso, come segnalato anche da quotidiani locali. «Ti abbiamo conosciuto come una studentessa molto vivace e sincera. Avevi appena mosso i primi passi al Liceo Artistico e volevamo vedere espresse, nei prossimi anni, le tue capacità grafiche e la tua intelligenza. Ti ricordiamo con i tuoi disegni, in particolare la magnolia, un bel fiore che doveva ancora sbocciare, come sei stata tu. Ti vogliamo bene», prosegue il breve testo.

 

Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Agosto 2022, 12:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA