Gianluca Bombardone è morto, l'operatore cinematografico stroncato da un malore sul set a Stintino: aveva 44 anni

Bombardone ha accusato un malore durante una pausa, attirando immediatamente l’attenzione di due medici presenti sul posto

Gianluca Bombardone è morto, l'operatore cinematografico stroncato da un malore improvviso sul set: aveva 44 anni

di Redazione web

Dramma in Sardegna: Gianluca Bombardone, operatore cinematografico di 44 anni, è morto a Stintino davanti agli occhi increduli di amici e colleghi. Nel tardo pomeriggio, nella piazza principale del paese, Bombardone, che stava lavorando sul set di un documentario, ha accusato un malore durante una pausa, attirando immediatamente l’attenzione di due medici presenti sul posto.

 

Gianluca Bombardone morto sul set 

Nonostante l’intervento rapido e i primi soccorsi, l’operatore cinematografico ha perso i sensi ed è crollato a terra. Sul luogo sono subito intervenuti un’ambulanza e l’elisoccorso, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Gli operatori sanitari del 118 hanno tentato di rianimarlo per circa un’ora, ma il 44enne è spirato senza mai riprendere conoscenza.

 

La notizia ha sconvolto l’intera comunità presente sul set

«È scomparso oggi Gianluca Bombardone, grande operatore di macchina, ma soprattutto bella persona e compagno di set insuperabile.

Sono le persone come lui che fanno i film. Alla sua famiglia ed ha chi lo conosceva un abbraccio forte e tutto il bene possibile. #ciaoBomba», il tweet di Alessandro Gassmann. 

Bombardone, descritto dai colleghi come un professionista appassionato e un uomo dal cuore d’oro, lascia la moglie e due bambini, ai quali è andato il cordoglio da parte di tutti coloro che lo conoscevano e apprezzavano.


Ultimo aggiornamento: Domenica 9 Giugno 2024, 16:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA