Buffet vietati, ma all'inaugurazione a Genova i politici si tuffano sul banchetto. ​Il sindaco si scusa: «Ho preso una pizzetta»

Genova, buffet vietati ma all'inaugurazione dell'Albergo dei Poveri i politici si tuffano sul banchetto. Il sindaco si scusa: «Ho preso una pizzetta»

Buffet vietati al ristorante nella fase 2, ma all'inaugurazione dei lavori di restauro dell'Albergo dei Poveri di Genova sembra non essere cambiato nulla, con tanto di cerimonia con buffet: «Ci risulta che i presenti abbiano banchettato in spregio alle ordinanze anti contagio, prelevando senza guanti e mascherine focaccia e patatine», la denuncia del gruppo del Partito democratico in Consiglio comunale. All'iniziativa erano presenti il sindaco Marco Bucci, il governatore Giovanni Toti, gli assessori regionali Gianni Berrino e Ilaria Cavo e gli assessori Comunali Pietro Piciocchi e Simonetta Centi

L'appuntamento è stato organizzato dall'Asp Emanuele Brignole, azienda pubblica di servizi. Il Pd, con ironia, si domanda: «Nella notte sono stati liberalizzati i buffet? C'è una nuova ordinanza di Toti e Bucci che dà il via libera ai cocktail rinforzati? O le regole valgono solo per alcuni? Ma allora quali sono le regole in vigore? Dalle Istituzioni pretendiamo serietà e attendiamo chiarezza». «Il tutto, mentre bar e ristoranti dopo due mesi di chiusura sono costretti a rispettare regole rigidissime per la consumazione di cibi al banco e al buffet».

LA DIFESA: "COME AL BAR" Il commissario straordinario dell'Asp Emanuele Brignole Marco Sinesi difende l'evento e la sua organizzazione:
«Abbiamo gestito gli spazi con la misurazione della febbre e i guanti, i tavoli sono stati disposti per non creare assembramenti, il buffet è stato servito, per cui è come andare al bar», ha detto, negando l'eventuale violazione delle 'Linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative' stabilite dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per l'emergenza Covid-19, come denunciato dal Pd. «Siamo stati estremamente attenti a tutto, secondo me l'azienda poteva operare - replica - Abbiamo fatto il calcolo che questa superficie poteva ospitare 48 persone, eravamo 32».

LE SCUSE DEL SINDACO Il sindaco di Genova Marco Bucci, dopo le polemiche, si è scusato: «Il buffet all'Albergo dei Poveri ovviamente era approvato, qualcuno si è interessato molto alla mia dieta di mezzogiorno, quindi la voglio ripetere: due pizzette e due salatini, tutte quante mi sono state date con il piattino. Esclusa la prima pizzetta che ho preso con le mani, se questo è un peccato, chiedo assolutamente scusa», ha detto ieri sera nel punto stampa sull'emergenza coronavirus. Alcuni video lo hanno infatti immortalato mentre prendeva con le mani una pizzetta dai tavoli del buffet. «Chiedo scusa e vi assicuro che chi si è occupato del catering l'ha fatto bene, le pizzette erano squisite», aggiunge. 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Maggio 2020, 16:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA