Genitori troppo connessi: mamma e papà sempre sui social, figli isolati
di Lorena Loiacono

Genitori troppo connessi: mamma e papà sempre sui social, figli isolati

Ipnotizzati davanti ai social network, che scorrono di continuo con lo smartphone. Isolati dal contesto, tanto da rispondere a monosillabi a chiunque provi ad attirare la loro attenzione.
Sono gli adolescenti? Macché, mamma e papà. Tanto concentrati sui social da ritrovarsi a rispondere al figlio il solito ancora un attimo.

Max Giusti, papà sconnesso: «Sui social si dimentica che le persone importanti sono accanto a noi»

A lanciare l'allarme è la ricerca dell'Associazione Nazionale Di.Te., che dal 2002 si occupa di Dipendenze tecnologiche, gioco d'azzardo patologico e cyberbullismo, condotta su un campione di 2.000 adolescenti tra i 14 e i 20 anni e adulti tra i 28 e i 55, divisi al 50% in maschi e femmine. Dallo studio emerge che 4 genitori su 10, intenti a smanettare con lo smartphone, risponde ai figli che chiedono le loro attenzioni con un attimo. Quasi uno su 4 risponde con un distratto Cosa?, il 15% non alza neppure la testa dalla schermo ma rassicura con Ti sto ascoltando, il 12% promette Ora arrivo, l'11% sbuffa borbottando Dai, ho appena preso il cell in mano e il 2% sbotta con un Dimmi!.

Gabriele Corsi, papà sempre connesso: «897 messaggi al giorno, se sto online do poche attenzioni»

E' evidente quindi che le distrazioni digitali da parte dei genitori si intromettono nel rapporto con i figli, allontanando la relazione emotiva e l'ascolto dei loro bisogni. «Questo atteggiamento dei genitori - spiega Giuseppe Lavenia, psicologo, psicoterapeuta e presidente dell'Associazione Nazionale Di.Te - fa sentire i figli non considerati. Possono percepirlo come un allora io per te non esisto, non valgo la tua attenzione e ritirarsi lentamente in loro stessi». Con inevitabili conseguenze sulla fiducia in sé e dell'autostima dei figli.

Ma non solo. Emerge una difficoltà in più per gli adulti. «I ragazzi - spiega ancora Lavenia - riescono a fare più cose contemporaneamente, magari in modo approssimativo ma le fanno. Per persone adulte invece, quando sono concentrati sui loro schermi, difficilmente prestano attenzione ad altro. D'altronde, è comprensibile. I ragazzi sono nativi digitali, mentre gli adulti sono emigrati digitali e in alcuni casi tardivi digitali, non sono multitasking. I figli invece come rispondono a mamma e papà mentre sono sui social? Il 55% replica con un l'ho appena acceso, il 16% si giustifica con mi stavo annoiando, l'11% giura sto solo ascoltando musica e l'8% promette un attimo e spengo.
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: 13:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA