Treviso, i genitori ritirano due ragazzi da scuola: «Non possiamo permetterci un'altra quarantena»

video
Ritirano i figli da scuola per paura del coronavirus. Due studenti sono stati ritirati da due scuole di Treviso dai loro genitori che hanno affermato di non potersi permettere una seconda quarantena in caso di eventuali contagi in classe. L'isolamento infatti riguarderebbe non solo i ragazzi, ma anche i genitori ed eventualmente i nonni, con tutte le conseguenze del caso.

Leggi anche > Lo sposo è positivo, in 100 in isolamento dopo le nozze. «Era stato in Sardegna per l'addio al celibato»

Una mamma, che lavora in un centro estetico, ha raccontato Il Gazzettino di aver preso la decisione perché non può permettersi una seconda chiusura: «Covid ha messo in ginocchio il nostro negozio, non resisteremmo ad un'altra chiusura», ha affermato la donna. Ma non è un caso isolato quello della donna, come riporta una preside trevigiana che ha raccontato che molte famiglie sono spaventate dalla malattia, soprattutto quelle che convivono con sogetti più fragili.

Tutti e due i casi hanno chiesto di poter usufruire del dad, la didattica a distanza, ma è un provvedimento valido solo per i ragazzi con fragilità, quindi con molta probabilità questi studenti potrebbero rimanere senza scuola. 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 4 Settembre 2020, 16:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA