Gabriela, la nuova compagna di Zlatan in auto con il killer: ha visto morire Lidia prima di essere uccisa

La donna si era appena separata da un marito violento. Uno degli elementi ancora da chiarire è l'eventuale complicità di Serrano, venezuelana, nel piano omicida

Gabriela, la nuova compagna di Zlatan in auto con il killer: ha visto morire Lidia prima di essere uccisa

Gabriela Serrano, la nuova fidanzata di Zlatan Vasiljevic, era in macchina con lui quando il 42enne bosniaco che viveva a Vicenza ha ucciso con 7 colpi di pistola la sua ex moglie Lidia Miljkovic, madre dei suoi due figli. Ed era sempre con lui quando si è dato alla fuga seminando il panico sullA4, prima di accostare la sua Mazda, ucciderla con un colpo di pistola alla testa e poi, con la stessa calibro 22, spararsi in bocca.

La nuova compagna era complice?

Uno degli elementi ancora da chiarire sul duplice femminicidio di Vicenza, riferisce la Procura del capoluogo berico, è infatti l'eventuale complicità di Serrano, venezuelana, nel piano omicida. La nuova compagna di Vasiljevic, madre anch'essa di due figli (uno minorenne), è stata uccisa più tardi, mentre i due erano in fuga, con un colpo di pistola alla testa, prima che il 42enne facesse fuoco con la stessa calibro 22 contro se stesso, sparandosi in bocca. Le indagini, spiega una nota del procuratore di Vicenza, Giorgio Bruno, dovranno appurare l'esatta cronologia dell'omicidio-suicidio: è possibile che l'uomo abbia fatto fuoco contro Serrano durante la fuga in macchina, prima di fermare e accostare la 'Mazdà sulla tangenziale di Vicenza per togliersi infine la vita. Nella vettura c'erano un'altra pistola, anch'essa di piccolo calibro, e munizioni. Ma anche una seconda granata - un ordigno modello M52, di produzione slava - oltre a quella che Zlatan aveva lanciato per proteggersi la fuga.

Chi era Gabriela

Gabriela era sposata con un altro uomo violento che aveva denunciato e dal quale stava cercando di separarsi, secondo quanto racconta il Giornale di Vicenza. Residente a Rubano, in provincia di Padova, attualmente era in attesa di riprendere il lavoro dopo avere subito un intervento in Spagna, Paese dove vive la sorella e dove Gabriela sognava di trasferirsi per un nuovo inizio lontano evidentemente da dolori e situazioni che avrebbe voluto mettersi definitivamente alle spalle.
Nei mesi scorsi Gabriela aveva conosciuto, e cominciato a frequentare Vasiljevic. E proprio a lui, che poi l’avrebbe introdotta al suo legale, l’avvocato Daniela Neri, aveva raccontato dei suoi problemi con il marito.

L'esplosione della bomba, lanciata verso la carreggiata dell'autostrada, che scorre parallela alla tangenziale, aveva danneggiato anche una vettura che transitava in quel momento sulla A4. Il conducente, non capendo subito l'origine di quel botto, aveva poi trovato la carrozzeria perforata dalle schegge. Vasiljevic, arrestato nel 2019 per maltrattamenti in famiglie e minacce, aveva finito di scontare nel febbraio 2021 le misure cautelari - divieto di avvicinamento alla ex moglie, e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria - che i giudici di Vicenza avevano emesso a suo carico. 

 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 9 Giugno 2022, 12:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA