Coronavirus a Palermo, furto negli spogliatoi del Policlinico: i medici erano impegnati a fronteggiare l'emergenza

Ladri in azione al Policlinico di Palermo proprio mentre i medici si trovavano a fronteggiare l'emergenza Coronavirus. Il furto si è verificato ieri pomeriggio negli spogliatoi e negli ambulatori del reparto di Medicina d'urgenza. Sarebbero stati portati via soldi, portafogli e altri effetti personali. «Abbiamo trovato tutto sottosopra», spiega a PalermoToday uno dei sanitari. Sul posto sono arrivati i Carabinieri, che hanno raccolto la denuncia e acquisito le immagini della telecamera di sorveglianza. 

Leggi anche > Coronavirus, «Chiambretti in ospedale con la madre: sono positivi»

«La collega arrivata per la notte - continua - ha avuto sottratto lo zaino con le chiavi di casa e della macchina. Io e un'altra collega il portafogli. Poi abbiamo scoperto che sono entrati anche al piano di sotto portando via cinque computer e altra attrezzatura». 
Il furto è stato messo a segno durante il cambio turno. «Lo sdegno e la delusione che abbiamo provato - aggiunge un giovane medico - non è descrivibile. A maggior ragione in questo momento di emergenza assoluta. I responsabili devono vergognarsi profondamente per quello che hanno fatto».

«Mentre noi medici eravamo impegnati in questo difficile momento, sono entrati dei ladri e hanno svaligiato gli ambulatori. Sono venuti i carabinieri e mentre dovevamo assistere malati complicati ci siamo anche dovuti dividere per mostrare loro i particolari del furto», commenta un altro medico.
E poi ancora: «Invece di restare in isolamento a casa, pensa di rubare in ospedale dove noi. Ci sacrifichiamo per la collettività. È inaccettabile». 
Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Marzo 2020, 19:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA