Gaia e Camilla, i funerali a Roma. Il parroco: «È vita guidare ubriaco?». La sorella di Camilla: «Eri la piccola di casa»

Gaia e Camilla: i funerali in DIRETTA. Lacrime, dolore e un silenzio surreale oggi di fronte alla chiesa del Preziosissimo Sangue, al Fleming, per l'ultimo saluto alle due ragazze di sedici anni morte investite nell'incidente a Corso Francia, a Roma, nella notte tra sabato e domenica. A celebrare la messa il parroco don Gianni Matteo Botto che nell'omelia si è chiesto: «Quando ti metti a guidare sbronzo o fatto è questa la vita? Mandarla in fumo? In fondo ci sentiamo onnipotenti e poi non riusciamo a seguire le regole base della convivenza». Toccanti le parole di Giorgia, la sorella di Camilla: «Eri la piccola di casa, il senso della mia vita sei tu».

Leggi anche > L'ira della mamma di Gaia: «Genovese ai domiciliari? meritava sicuramente qualcosa di più»

Leggi anche > Pietro Genovese agli arresti domiciliari. Nel Suv c'erano anche due amici
 
 

Già nella giornata di ieri circa 400 persone hanno riempito la parrocchia per la veglia di preghiera. La chiesa era stracolma di parenti, amici e soprattutto compagni di scuola delle due studentesse che frequentavano il liceo linguistico De Sanctis.  Sul luogo dell'incidente è stato affisso uno striscione «Ciao Angeli»

I funerali di Gaia e Camilla hanno luogo all'indomani della decisione del Gip di porre agli arresti domicialiari Pietro Genovese, il ragazzo di 20 anni alla guida del suv Renault Koleos che ha travolto le due giovani. Il figlio del regista Paolo Genovese è indagato per omicidio stradale plurimo. Il giovane aveva bevuto - il suo tasso alcolemico era di 1,4 - ed aveva assunto cocaina e oppiacei.

Leggi anche > Gaia e Camilla, chi sono le due ragazze di 16 anni morte investite a Roma

LA DIRETTA

Ore 13: Altri due lunghi applausi sono scattati da parte dei presenti fuori dalla chiesa al passaggio in strada delle auto con dentro le bare bianche. È davvero l'ultimo saluto per i ragazzi che conoscevano Gaia e Camilla. Subito dopo si sono abbracciati tra loro, chi tra le lacrime, chi sostenendo l'altro. Erano in tanti e l'impressione era di un abbraccio corale dedicato alle due amiche. 

Ore 12.26: Un lungo applauso accompagnato dalle note, suonate dal vivo, delle canzoni 'A te' di Lorenzo Jovanotti e 'Ti voglio bene' di Tiziano Ferro, hanno accompagnato l'uscita delle bare bianche di Gaia e Camilla. Gremita la chiesa del Fleming e anche il viale di accesso. Una parente all'uscita ha accusato un malore ed è stata soccorsa da personale di un'ambulanza ferma all'esterno della chiesa per tutta la funzione. 

Ore 12.05: I feretri sono ancora davanti la chiesa, all'interno delle auto. Tantissime persone sono ancora sul posto per l'ultimo saluto a Gaia e Camilla, tra abbracci e lacrime di commozione. Una donna ha accusato un lieve malore ed è stata prontamente soccorsa dagli operatori sanitari riprendendosi dopo pochi minuti.

Ore 11.45: I feretri di Gaia e Camilla lasciano la chiesa del Preziosissimo Sangue, al Fleming.

Ore 11.43: «Si è persa una delle fondamenta della nostra famiglia. Eri la piccola di casa. Tu che trovavi imbarazzo ogni volta che si parlava di te, non ti piaceva sentirti gli occhi addosso. Ti sentivi imperfetta». Lo ha detto Giorgia, la sorella di Camilla durante i funerali delle 16enni investite a Roma. «Qualche giorno a tavola avevi chiesto qual era il senso della vita e non ti ho saputo rispondere - ha aggiunto -. A qualche giorno di distanza ho trovato la risposta: il senso della mia vita sei tu».
 


Ore 11.41: Le parole di don Gianni Matteo Botto vengono accolte da un lungo applauso dalla folla giunta nella chiesa del Preziosissimo Sangue, al Fleming.

Ore 11.40: «Da giorni ci chiediamo il perché. Ci interroghiamo sull'insensatezza di quanto accaduto. Brancoliamo nel buio. Ecco quello di oggi é il grande abbraccio che diamo ai genitori di Gaia e Camilla, in questa ora così buia». Le parole di don Gianni Matteo Botto.

Ore 11.38: «Camilla aveva chiesto pochi giorni fa a pranzo con i genitori e la sorella Giorgia cosa fosse il senso della vita. Quando ti metti a guidare sbronzo o fatto è questa la vita? Mandarla in fumo? In fondo ci sentiamo onnipotenti e poi non riusciamo a seguire le regole base della convivenza». Così il sacerdote nell'omelia durante i funerali delle due 16enni investite nei giorni scorsi a Roma. «Ci riscopriamo tutti un pò palloni gonfiati -ha aggiunto - Il senso della vita non é bere e fumarsela»

Ore 11.36: «Il senso della vita non è fumare e ubriacarsi ma amarci l'uni con gli altri». Questo uno dei passaggi dell'omelia di don Gian Matteo Botto in occasione dei funerali di Gaia e Camilla, le due sedicenni travolte e uccise nella notte fra il 21 ed il 22 dicembre.

Ore 11.26: «Siamo abituati a vivere tra tecnologie e innovazione eppure brancoliamo nel buio ed è quello su cui dobbiamo riflettere: su questa ora buia». Così ha esordito il parroco don Gianni Matteo Botto nel corso dell'omelia ai funerali di Gaia e Camilla, sottolineando «l'insensatezza di ciò che è avvenuto». L'omelia del sacerdote si è basata su tre parole-chiave: buio, speranza e amore, «l'amore che dà senso alla vita», ha detto.

Ore 11.18: In corso la cerimonia funebre celebrata dal parroco don Gianni Matteo Botto. La chiesa è stracolma e molte persone giunte sul posto per l'ultimo saluto a Gaia e Camilla sono all'esterno. 

Ore 10.47: Da qualche minuto è iniziata la cerimonia funebre. Tante persone continuano ad arrivare presso la chiesa del Preziosissimo Sangue al Fleming.

Ore 10.44: Un silenzio surreale ha accompagnato l'ingresso dei feretri di Gaia e Camilla all'interno della chiesa. Alle loro spalle scene di forte commozione: lacrime e abbracci. 
 
 

Ore 10.38: I feretri di Gaia e Camilla entrano in chiesa portati in spalla. La folla le accoglie in silenzio.

Ore 10.36: Sono arrivati i feretri di Gaia e Camilla. Due bare bianche coperte di fiori bianche accolte da un silenzio di dolore e commozione. Il parroco don Gianni Matteo Botto le accoglie con l'acqua benedetta. 

Ore 10.30: Il parroco don Gianni Matteo Botto attende l'arrivo dei feretri di Gaia e Camilla all'ingresso della chiesa del Preziosissimo Sangue. 

Ore 10.19: Già gremita la chiesa dove, davanti all'altare, sono disposte decine di mazzi di fiori, in alcuni casi arrivati da istituti scolastici di altre città. Accanto all'altare, invece, una grande pianola e componenti di un coro. Presenti tanti ragazzi, sopratutto coetanei delle due sedicenni: compagni di classe, amici e giovani parenti uniti dal lutto e dal dolore. 

Ore 10: La gente sta arrivando presso la chiesa del Preziosissimo Sangue, al Fleming, per l'ultimo saluto a Gaia e Camilla. Dopo le 400 persone alla veglie di ieri sera si attende un numero ingente anche questa mattina.
Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Dicembre 2019, 09:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA