Fuga dopo l'incidente, i carabinieri arrivano a casa e lui si uccide con un colpo di fucile al volto

Fuga dopo l'incidente, i carabinieri arrivano a casa e lui si uccide con un colpo di fucile al volto

Prima ha causato un incidente, senza fermarsi a prestare soccorso e poi è fuggito verso casa. Poi, all'arrivo dei carabinieri nella sua abitazione, ha deciso di uccidersi sparandosi un colpo di fucile da caccia al volto. Un vero e proprio dramma, quello consumatosi la scorsa notte in provincia di Pesaro-Urbino.

 

Leggi anche > Chiara Ugolini, uccisa dal vicino a 27 anni: la ragazza trovata con uno straccio imbevuto di candeggina in bocca

 

L'incidente, causato da un 21enne italiano residente a Sant'Angelo in Vado, era avvenuto lungo la strada statale 687 Pedemontana, nel territorio del Comune di Lunano. Il giovane si era schiantato contro un'altra auto, fuggendo subito dopo. I carabinieri sono intervenuti sul posto e, dopo essersi assicurati che l'altro automobilista non aveva bisogno di cure mediche, hanno iniziato gli accertamenti per la ricerca del fuggitivo.

 

Alla fine, i militari sono giunti nella casa del giovane, sottoposto subito ad un controllo dell'identità. Il 21enne, invece di andare a prendere i documenti, è andato nella sua camera da letto, ha preso un fucile da caccia, regolarmente detenuto, e si è ucciso sparandosi un colpo al volto.


Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Settembre 2021, 20:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA