Il giallo di Franco Severi, trovato decapitato a Forlì. La sorella Anna: «Una morte annunciata»

Lo sfogo della sorella della vittima: "Nessuno ci ha ascoltato e nessuno ci ha avvisato della morte"

Il giallo di Franco Severi, trovato decapitato a Forlì. La sorella Anna: «Una morte annunciata»

Un post lungo e pieno di dolore, quello della sorella di Franco Severi, l'agricoltore di 53 anni trovato decapitato nella serata di mercoledì scorso a Civitella, in provincia di Forlì. Anna Severi, su Facebook, si è sfogata così: «Non posso ancora credere che non ci sei più. Eri il fratello che tutti vorrebbero avere, quando avevo bisogno eri sempre pronto a correre ed aiutarmi in tutto».

Leggi anche > Forlì choc, un cadavere senza testa: la vittima è un agricoltore, trovato in un dirupo

«Ha dato un grande aiuto alla mamma, l'ha seguita ogni giorno sino a quando lei si è spenta, anche quando non riuscivo a venire per problemi di salute. Ci vedevamo ogni lunedì, andavo a trovarlo. Era un uomo buono e sereno», si legge nel ricordo di Anna Severi per il fratello Franco. Nel post, comprensibilmente pieno di dolore, la sorella di Franco Severi ha poi aggiunto: «Spero con tutto il cuore che tu non abbia sofferto... Cronaca di una morte annunciata, nessuno ci ha ascoltato e nessuno ci ha avvisato della tua morte, lo abbiamo appreso dalla gente di paese».

Non si capisce se si tratti di uno sfogo o di un messaggio velato agli investigatori. E al Corriere della Sera, Anna Severi ha spiegato: «Quello che avevo da dire l’ho raccontato ai carabinieri. Loro hanno anche vecchie denunce. Non servono altre parole. Vorrei chiarire che mio fratello non era quella specie di orso erroneamente descritto in questi giorni. Anzi, era un uomo generoso e lo ha ripetuto anche il sindaco di Civitella, che l'altra sera mi ha mandato un messaggio. Mi ha scritto che Franco era attivo per la comunità e quando nevicava era il primo a spalare e ad offrire i suoi mezzi».

Le indagini, comunque, vanno avanti. Anche perché l'atroce delitto continua a rimanere un mistero totale. Non è ancora stata ritrovata la testa, che secondo i primi esami dell'autopsia sarebbe stata tagliata di netto. La Procura di Forlì indaga ancora per omicidio a carico di ignoti, ma gli accertamenti di queste ore devono permettere di risalire a quanto fatto da Franco Severi nella giornata di mercoledì, prima di essere ucciso. I suoi sei fratelli sono stati interrogati tutti insieme dai carabinieri in caserma. Sulle indagini c'è il massimo riserbo, ma qualcuno in paese racconta di piccoli screzi, e di qualche causa civile e penale, tra i fratelli Severi. In particolare, uno di loro avrebbe avuto problemi di natura legale con gli altri sei fratelli, tra cui Franco.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Giugno 2022, 16:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA