Francesca Pascale, l'impegno per la marijuana legale e la risposta di classe agli insulti omofobi

L'ex compagna di Berlusconi prende posizione contro il centrodestra e lancia un appello al centrosinistra. Poi replica agli insulti

Francesca Pascale, l'impegno per la marijuana legale e la risposta di classe agli insulti omofobi

Francesca Pascale e Paola Turci, dopo il loro matrimonio, hanno passato dei giorni stupendi in luna di miele. Ma l'ex compagna di Silvio Berlusconi sta già facendo campagna elettorale, e di certo non per Forza Italia e per la coalizione di centrodestra.

Francesca Pascale e Paola Turci in viaggio di nozze: la foto del compleanno svela dove sono andate

Francesca Pascale attivista per la legalizzazione della marijuana

La California è stata una tappa del viaggio di nozze di Francesca Pascale e Paola Turci. Le due neo-spose hanno scelto qualche scatto, postato su Instagram, per documentare la loro luna di miele. L'ex compagna di Silvio Berlusconi oggi appare decisamente scatenata: prima ha postato una foto su Instagram, poi alcune storie. Tutte contraddistinte da una presa di posizione netta ed un appello ai partiti di centrosinistra: la richiesta di inserire la legalizzazione della marijuana nel programma elettorale.

 

Francesca Pascale: «Mai con i sovranisti»

L'ex compagna di Silvio Berlusconi non le manda certo a dire al centrodestra. L'ultimo post su Instagram mostra una confezione di spinelli preconfezionati, come fossero sigarette. In California, come in altri Stati Usa, la marijuana è perfettamente legale, anche a scopo ricreativo. La didascalia del post è un manifesto politico: «Se dovessero vincere: sogni, speranze e bagagli pronti!». E gli hashtag non sono da meno: #viadallitaliasubito, #maiconisovranisti e #elezioni2022.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Francesca Pascale 🏳️‍🌈 (@francescapascaleofficial)

Paola Turci e Francesca Pascale, insulti omofobi dopo l'annuncio delle nozze: «Lesbicona che schifo!»

Francesca Pascale e gli insulti omofobi

E dire che, quando Francesca Pascale e Paola Turci si erano sposate per poi partire in luna di miele, la crisi di governo sembrava un'ipotesi non così concreta. Mario Draghi sembrava saldamente al suo posto e nulla lasciava presagire a ciò che è accaduto poi: il primo strattone di Conte e infine quello decisivo di Lega e Forza Italia. Probabilmente, neanche l'ex compagna di Silvio Berlusconi, così come Mariastella Gelmini e Renato Brunetta, sembra aver gradito la decisione di Fi. Dopo la presa di posizione sulla legalizzazione della marijuana e sui diritti civili, per Francesca Pascale c'è però stata una bruttissima sorpresa: gli insulti omofobi (e anche un po' sessisti) sui social. «Quando noi di destra saremo al governo, dovrai rinunciare a questa vita da sfacciata mangiavongole, dovrai mangiare di nuovo il torrone del maschio, che è la cosa naturale» - scrive l'utente cecione2 su Instagram - «Quindi prepara le gambe ben aperte come spetta ad ogni donna decente. Bye bye».

 

La replica di Francesca Pascale: «La loro naturale predisposizione»

Francesca Pascale ha poi fatto uno screenshot di quel commento così becero, per poi postarlo nelle proprie 'storie' di Instagram. Con una replica di classe: «Se l'orrido non fosse arrivato, restavo. Invece, eccoli qua nella loro naturale predisposizione». Non solo una risposta all'hater omofobo, ma anche, probabilmente, un affondo a Forza Italia, che nella coalizione di centrodestra rappresenta il partito più moderato ma sembra essersi spostato più lungo l'asse dei sovranisti.


Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Luglio 2022, 20:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA