Courmayeur senz'acqua dopo la frana in Val Ferret: «Danni all'acquedotto». Cosa sta succedendo

Courmayeur senz'acqua dopo la frana in Val Ferret: «Danni all'acquedotto». Cosa sta succedendo

Emergenza idrica in Val Ferret dopo il danneggiamento dell'acquedotto in seguito alla frana. E se tre frazioni (La Palud, Entrèves e il Villair) sono senz'acqua già da ieri, tra poche ore anche Courmayeur rischia di fare la stessa fine. «Purtroppo - ha detto il sindaco, Roberto Rota - i danni sull'acquedotto sono importanti. Stiamo lavorando, e continueremo a farlo giorno e notte. Ma tra poche ore il paese sarà senza acqua. Abbiamo organizzato due punti di distribuzione per i cittadini, che continueranno anche domani. La situazione è critica, anche perché in questi giorni la popolazione è passata da 2.700 residenti a quasi 30mila».

Le previsioni per poter ripristinare l'acquedotto sono di due, massimo tre giorni. L'amministrazione intanto chiede ai cittadini di razionare l'acqua. «La colata detritica è importante - spiega Valerio Segor, tecnico regionale - ed è di decine di migliaia di metri cubi di materiale. I massi hanno danneggiato anche il ponte, spostandone l'impalcato. Domani mattina inizieranno anche i lavori di pulizia dell'alveo, altrettanto indispensabili».

 

Dalle 17 di oggi intanto la val Ferret non è più isolata, ha annunciato il sindaco. «I nostri operai - spiega - hanno lavorato tutto il giorno per cercare di creare un corridoio per il deflusso delle persone che erano rimaste bloccate in val Ferret. Sarà percorribile solo per le emergenze e per consentire che le persone si possano spostare». Per tutta la giornata, i soccorritori hanno evacuato i turisti rimasti bloccati da ieri sera, che hanno trascorso la notte ospiti di bar, alberghi, ristoranti e proprietari di casa.


Ultimo aggiornamento: Sabato 6 Agosto 2022, 21:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA