Follia al torneo pasquale tra 12enni, genitore entra in campo manda all'ospedale l'allenatore avversario

L'aggressore è il padre di un ragazzo che milita nella società romana della Polisportiva Ponte di Nona. La vittima è il 33enne Francesco Latini, che allena l'Accademia Calcio Asd Terni

Follia al torneo pasquale tra 12enni, genitore entra in campo e manda all'ospedale l'allenatore avversario

Doveva essere il classico torneo pasquale di calcio, dove si incontrano squadre di tutta Italia. Invece, una partita tra ragazzi di appena 12 anni, della categoria Esordienti, è finita 3-0 a tavolino ma soprattutto con un giovane allenatore finito all'ospedale dopo essere stato aggredito dal padre di un ragazzo della squadra avversaria.

Leggi anche > Disabili hanno i posti riservati sul treno, ma restano a terra a Genova perché altri turisti rifiutano di liberarli

La follia si è consumata ieri a Gabicce Mare (Pesaro e Urbino), durante la partita tra Accademia Calcio Asd Terni e Polisportiva Ponte di Nona. Dopo un contrasto di gioco in cui era stato coinvolto un ragazzo della squadra romana, il padre è entrato in campo e ha aggredito Francesco Latini, 33enne allenatore della squadra ternana: prima un pugno al volto poi, con il giovane tecnico a terra, un calcio sulla schiena che gli ha causato una lesione al rene. Tutto questo, nonostante l'allenatore avesse cercato di rasserenare gli animi in campo.

I giocatori in erba hanno iniziato a piangere e i genitori sugli spalti ad urlare contro l'energumeno che pretendeva di avere ragione, rimanendo in mezzo al campo. Un altro papà, di professione poliziotto, lo ha identificato passando la segnalazione ai carabinieri del luogo che hanno aperto un'inchiesta. Il tecnico ternano è stato soccorso dal 118 e portato dapprima all'ospedale di Riccione, e poi trasferito al Bufalini di Cesena: per lui prognosi di 30 giorni. I medici ritenevano che fosse necessario intervenire chirurgicamente per fermare l'emorragia, ma poi il pericolo è sfumato.

Dal suo letto d'ospedale, il tecnico dei giovanissimi giocatori ternani ha scritto su fb che ha corso il rischio di farsi male veramente, ma che «malgrado tutto, grazie ai miei ragazzi, ho ancora un barlume di speranza in questo mondo marcio popolato da immondizia umana». La partita è stata vinta dalla squadra di Terni a tavolino. L'aggressore è stato denunciato per lesioni gravi e presumibilmente avrà un Daspo a vita.


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Aprile 2022, 14:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA