Finte vaccinazioni e green pass falsi: arrestate due dottoresse. «Chi si vaccina è un co......»

Dalle intercettazioni sono emerse frasi choc: «Ci vogliono far morire e mi auguro che tutti i politici siano morti entro marzo».

Finte vaccinazioni e green pass falsi: arrestate due dottoresse. «Chi si vaccina è un c......»

Finte vaccinazioni anti covid , sotto compenso economico, per rilasciare falsi green pass. E' l'accusa mossa a due dottoresse di Ferrara, arrestate nelle scorse ore dalla Guardia di finanza che hanno eseguito due distinte ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari, emesse dal giudice per le indagini preliminari. 

Leggi anche > Terrorismo, arrestati 4 cittadini albanesi residenti in italia

Alle due dottoresse, vengono contestati i reati di corruzione, peculato e falso nell’ambito dell'indagini che vede le due donne accusate dello stesso reato, commesso in sedi e parti distinte. Agli arresti anche l’assistente di una di loro, nonché figlia della stessa dottoressa in quanto ritenuta corresponsabile delle condotte contestate alla madre.

Le indagini - Erano partite nel dicembre scorso proprio per fare luce sui comportamenti di alcuni medici noti nella galassia no vax perché compiacenti su vaccini e green pass. L’attenzione si era focalizzata sulle due dottoresse in quanto avevano fatto registrare un incremento spropositato e anomalo di pazienti dell’ordine di diverse centinaia, in molti casi provenienti da fuori provincia e addirittura da fuori regione. Sospetti che sono aumentati quando poco dopo quasi tutti i nuovi pazienti risultavano vaccinati con l’antidoto anti covid. Questi numeri hanno fatto scattare il campanello di allarme negli uffici Asl che si sono ritrovati a rilasciare centinaia di green pass in due settimane. Gli accertamenti investigativi, condotti anche con intercettazioni telefoniche, hanno accertato per ora decine di casi conclamati di finte vaccinazioni dietro compenso che variava dai 20 a i 50 euro a dose. La motivazione economica appare però marginale. Infatti, una delle due dottoresse è stata intercettata: «Se si tratta di fregare lo Stato italiano io sono contenta, chi si vaccina è un coglione. Ci vogliono far morire e mi auguro che tutti i politici siano morti entro marzo».

Di fronte alla notizia, Bruno Di Lascio, presidente dell’Ordine dei medici di Ferrara ha dichiarato: «Siamo addolorati e sconcertati. Ringraziando in primis le forze dell’ordine, in specie la guardia di finanza, seguiremo il caso con attenzione avendo piena fiducia nella magistratura e, se tutto confermato, adotteremo conseguenti azioni, soprattutto per il comportamento ineccepibile che il nostro ruolo pretende nei confronti dei cittadini e dei colleghi». E ha aggiunto: «Personalmente provo vergogna e chiedo scusa in particolare alla stragrande maggioranza dei medici che, per tutelare la salute altrui, in molti casi hanno perso la propria anche al prezzo della vita».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Marzo 2022, 13:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA