Fine stato di emergenza, Bassetti: «Bravo Draghi, ha ascoltato»

Il direttore della Clinica di Malattie infettive dell'Policlinico San Martino di Genova commenta gli annunci del premier

Video

«Non avevo dubbi su Draghi, dimostra di essere la persona giusta al posto giusto». Così Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell'Policlinico San Martino di Genova, commenta gli annunci del premier Mario Draghi a Firenze sulla fine dello stato di emergenza il 31 marzo e su altre misure che verranno prese.

Leggi anche > Stato di emergenza, Draghi annuncia: «Nessuna proroga al 31 marzo. Stop alle mascherine: fine graduale del pass rafforzato»

«Draghi ascolta e questo è importante. Il premier ha bravi collaboratori e bravi ministri, ma poi decide lui e ha ascoltato quello che molti di noi hanno detto. Sono misure che ci riportano alla normalità, è il momento della carota dopo il bastone, senza 'sbracare' però. Ha deciso bene, bravo Draghi», ha dichiarato Bassetti all'AdnKronos.

«Mi auguro che con la fine dello stato di emergenza non finisca il ruolo del generale Francesco Paolo Figliuolo, invito il premier Draghi a dare al generale un ruolo che vada oltre l'emergenza. Figliuolo ha gestito così bene e in maniera attenta e precisa l'approviggionamento e la logistica dei vaccini e dei farmaci. È stata la più bella sorpresa di questa pandemia. Sarebbe un dispiacere che una persona di quel valore non servisse il Paese», ha aggiunto.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Febbraio 2022, 19:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA