Malore mentre fa jogging, Filippo muore a 37 anni. Si è accasciato a pochi metri da casa

Malore mentre fa jogging, Filippo muore a 37 anni. Si è accasciato a pochi metri da casa

Il giovane medico era impegnato in prima linea nella lotta al Covid, lascia la moglie e due figli piccoli

Stava facendo jogging quando, praticamente al termine della corsa, è stato stroncato da un malore a 50 metri da casa. È morto così Filippo Morando, giovane medico di 37 anni, a Camposampiero (Padova).

 

Leggi anche > Lucrezia Di Prima, 37 anni, trovata morta: il fratello confessa il delitto

 

La tragedia, come racconta il Corriere del Veneto, è avvenuta ieri pomeriggio: il primo a dare l'allarme è stato un automobilista che passando aveva notato il giovane medico accasciato a terra, ma i tentativi di soccorso del personale del 118 si sono rivelati vani. Filippo Morando era anche stato caricato a bordo di una eliambulanza ma ormai per il 37enne non c'era nulla da fare. Il pm Marco Brusegan non ha richiesto l'autopsia sulla salma del medico e l'ha messa immediatamente a disposizione della famiglia per i funerali. Sul posto sono arrivati anche i genitori di Filippo e la moglie Chiara.

 

 

Oltre alla moglie (e collega), Filippo Morando lascia anche due bambini, di tre e un anno. Chiara in passato aveva lavorato come volontaria per il Cuamm e per i Medici per l'Africa di don Dante Carraro. Filippo, invece, da tre anni era nello staff del dottor Natalino Simioni, nel reparto di Diabetologia all'ospedale di Cittadella, ed era stato in prima linea nella lotta al Covid.

 

Sotto choc non solo i familiari, ma anche i colleghi di Filippo Morando. «Abbiamo perso un medico 'ideale', il collega che tutti vorrebbero avere: si distingueva per umanità esemplare e disponibilità costante, era un uomo di profonda cultura e scrupolosa formazione» - il ricordo della Usl - «Da tre anni prestava servizio nella nostra Usl dove ha lavorato sino a pochi giorni fa in prima linea nei reparti dedicati ai pazienti Covid-19. La notizia della sua scomparsa ci lascia sgomenti, l’ Usl 6 Euganea esprime le più sincere condoglianze alla moglie, a tutti i familiari e a quanti hanno avuto il pregio di conoscerla».

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Ottobre 2021, 10:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA