La figlia imbratta i giochi al parco pubblico e i genitori la costringono a pulire: scuse sui social

La figlia imbratta i giochi al parco pubblico e i genitori la costringono a pulire: scuse sui social

Imbratta alcuni pannelli al parco pubblico di fronte alle scuole del paese e poi viene costretta dai genitori a ripulire tutto. È quanto accaduto nel comune di Palazzolo dello Stella, in Friuli - Venezia Giulia, dove una madre ha scoperto l'atto vandalico della figlia e di due suoi amici e ha subito chiesto scusa sui social. Il Moige, movimento italiano genitori onlus, omaggia questo gesto nobile.

 

Leggi anche - Sardegna, la somiglianza della Madonna Stella Maris con l'organo riproduttivo femminile scatena il web

 

«I genitori in questione sono stati esemplari - spiega il Movimento italiano genitori -. Una scelta civile e matura, che non può non suscitare ammirazione».

La famiglia si è scusata sui social per lo spiacevole episodio e, oltre a prendere provvedimento sulla figlia minorenne, ha deciso di chiedere un incontro tra il sindaco e i ragazzi per chiedere scusa personalmente di quanto accaduto. Il gesto dei genitori ha suscitato subito l’ammirazione di tutti, che si sono complimentati per l’esempio di educazione e senso di civiltà della famiglia.

«I ragazzi - continua il MOIGE -  hanno bisogno di esempi, e di esempi positivi: per questo, vicende del genere restituiscono un senso di speranza, e confermano l’idea che ci siano in Italia tanti e tanti genitori responsabili e civili, capaci di riconoscere gli errori dei figli e di porvi rimedio. In un periodo in cui non è affatto facile fare i genitori, tra problemi economici, pandemie e scadenze di tutti i tipi, è giusto celebrare e incoraggiare gli esempi virtuosi, e non solo stigmatizzare quelli disfunzionali e/o diseducativi»


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Agosto 2021, 13:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA