Fibromialgia, ne soffrono 2 milioni di italiani ma le cure sono a pagamento
di Elena Gianturco

Fibromialgia, ne soffrono 2 milioni di italiani ma le cure sono a pagamento

La fibromialgia è una sindrome riconosciuta dall’Oms nel 1992 che causa un forte dolore muscolo scheletrico diffuso in tutto il corpo e affaticamento. Ne soffrono circa 2 milioni di italiani, soprattutto donne. È chiamata anche la “malattia invisibile” perché non diagnosticabile con esami clinici. Il paziente quindi è all’apparenza sano, ma accusa sintomi che devastano il fisico e la mente. In Italia non è ancora riconosciuta come malattia invalidante perciò, per le terapie, i malati non possono usufruire dell’esenzione.

 

Fibromialgia, Pietrina racconta la malattia: «Il mio corpo urla di dolore, ma ci ritengono malati immaginari»

 

La sindrome fibromialgica infatti non è ancora inserita nei Livelli essenziali di assistenza (Lea), le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a garantire gratuitamente o dietro pagamento di un ticket. Una buona notizia è arrivata con l’ultima legge di Bilancio, che ha inserito un fondo di 5 milioni di euro per «lo studio, la diagnosi e la cura» di questa patologia cronica.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Aprile 2022, 07:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA