Max Giusti a Leggo: «Un grande giorno, farò gli auguri a mio padre ma sono anche un doppio papà»
di Max Giusti

Max Giusti a Leggo: «Un grande giorno, farò gli auguri a mio padre ma sono anche un doppio papà»

La mia fortuna è vivere questa festa due volte nello stesso giorno. Sono infatti sia figlio che papà. Un papà bis, per la precisione. 
Nella versione “figlio” sono ovviamente più esperto, anche se non sono mai riuscito a trovare il regalo adatto per mio padre. Lui è sempre stato di poche parole, amava lavorare sette giorni su sette. Come i cinesi. Quindi per me era difficile indovinare cosa potesse fargli piacere ricevere, magari per rilassarsi un po’. 
Ma è accaduto qualcosa di incredibile quando sono diventato anche io un papà. Da qual momento in poi capisci che non è il regalo materiale che può darti più gioia quanto vedere il volto e il sorriso dei tuoi figli nel farti “la sorpresa”. Anni bellissimi, quelli di un padre. Soprattutto quando si rende conto che sta per dare ai propri figli tutti quegli insegnamenti di vita indispensabili per rendere la loro vita serena e spensierata. 
Per me è così. Mi piace sentire “auguri, papà” dai miei ragazzi e mi piace sempre dire “auguri, papà” a mio padre. Da anni. 
Il biglietto sulla giostra della vita: ecco cosa ci scambiamo di continuo. Io e mio padre. Io e i miei figli. Oggi è davvero un gran giorno.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Marzo 2021, 07:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA