Elena, sgozzata ad Aosta: il presunto killer aveva precedenti per stupro. «Dopo l'omicidio ha cambiato foto su Fb»

Elena, sgozzata ad Aosta: il presunto killer aveva precedenti per stupro. «Dopo l'omicidio ha cambiato foto su Fb»

Il presunto killer di Elena Raluca Serban aveva alle spalle diversi precedenti specifici per violenza sessuale. Gabriel Falloni, 36 anni, originario di Sorso (Sassari) e residente in Val d'Aosta, è stato arrestato ieri dalla polizia per l'omicidio della 32enne di origini romene, che risultava residente in provincia di Lucca ma viveva da poche settimane ad Aosta, dove è stata trovata morta in un appartamento con la gola tagliata.

 

Nel 2014 Falloni era stato condannato dal Tribunale di Sassari a quattro anni di carcere per aver tentato di violentare una ragazza ventunenne e averla trattenuta con la forza in una casa dove l'aveva attirata con un'offerta di lavoro. Come riportano le cronache locali, era stato anche arrestato nel 2013 per aver tentato di violentare una donna sassarese mentre contrattava la locazione di un alloggio mentre nel 2012 era stato denunciato da due prostitute per averle picchiate e derubate dopo un rapporto sessuale; anche in questo caso era stato condannato.

 

 

Su Facebook Falloni si faceva chiamare Gabry Neno. L'ultima modifica risale alle 22 del 17 aprile, probabilmente poche ore dopo l'omicidio: ha cambiato l'immagine di copertina del profilo togliendo una sua foto e mettendo quella di un cagnolino biancoL'uomo è accusato di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà. La Squadra mobile ha eseguito un ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa su richiesta del pm Luca Ceccanti. Falloni aveva lasciato la Valle d'Aosta dopo il delitto ed era stato in varie città, tra cui Genova, da dove probabilmente ha cercato di rientrare in Sardegna. La polizia era sulle sue tracce già da giorni..

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Aprile 2021, 12:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA