Fabrizio Corona torna in tribunale: diffamazione a Selvaggia Lucarelli. «Ce l'ha con me dal 2012»

Fabrizio Corona torna in tribunale: diffamazione a Selvaggia Lucarelli. «Ce l'ha con me dal 2012»

Torna in tribunale Fabrizio Corona, che è apparso in aula a Milano per difendersi con dichiarazioni spontanee al processo per diffamazione ai danni della giornalista, blogger e volto tv Selvaggia Lucarelli: quest'ultima è stata a sua volta convocata in aula per il prossimo 18 novembre. «Questa storia comincia nel 2012, la Lucarelli ha livore nei miei confronti», ha detto l'ex 're dei paparazzi', difeso dal legale Ivano Chiesa, davanti al giudice della settima penale.

La blogger in questo processo è parte civile, assistita dall'avvocato Lorenzo Puglisi. Ha denunciato, infatti, l'ex agente fotografico per una serie di affermazioni da lui rese quando era ospite nella trasmissione 'Non è l'arena' di Massimo Giletti nel 2018 e anche per due post pubblicati su Instagram. Stando all'imputazione, Corona avrebbe offeso la reputazione della giornalista quando in tv disse, tra le altre cose, «io penso che abbia accanimento e frustrazione contro di me e anche un pò di gelosia perché non ci sono mai stato. Perché sono anni e anni che vuole il mio corpo e io non glielo do». Inoltre su Instagram diceva ancora: «È ossessionata da me».

Corona oggi in aula ha sostenuto che «Lucarelli mi ha accusato di cose mai fatte, che mi creano problemi sia sul piano dell'immagine che giudiziario». E ha detto di aver presentato numerose querele contro di lei, «che però sono state tutte archiviate». Il giudice ha tagliato la lunga lista di testimoni presentata dalla difesa dell'ex agente fotografico, in cui comparivano molti personaggi noti, ed ha ammesso come testi soltanto la collaboratrice di Corona, Francesca Persi, e altre due persone (testi questi ultimi da scegliere nelle fasi successive del dibattimento). Per la prossima udienza è prevista la testimonianza di Lucarelli che con la sua denuncia ha fatto partire il processo. Non è stato ammesso, invece, un file video che era stato depositato dalla difesa di Corona. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Luglio 2020, 16:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA