Fabio Tuiach pronto a lasciare la politica dopo la gaffe: «Voglio arruolarmi nella Legione straniera»

Fabio Tuiach pronto a lasciare la politica dopo la gaffe: «Voglio arruolarmi nella Legione straniera»

A pochi giorni dalla gaffe che lo ha fatto balzare agli onori delle cronache nazionali, Fabio Tuiach ha deciso di lasciare la politica e la città di Trieste, per trasferirsi in Francia. Il consigliere comunale di estrema destra, qualche giorno fa, era stato protagonista di un'uscita piuttosto clamorosa in aula: «Liliana Segre ha detto che Gesù Cristo era ebreo: da profondamente cattolico mi sono sentito offeso».

Leggi anche > Il consigliere dell'ultradestra a Trieste: «La Segre ha detto che Gesù era ebreo. Da cattolico sono offeso»



Ora, come dichiarato dallo stesso Fabio Tuiach a Il Piccolo, il consigliere comunale del gruppo misto (in passato esponente della Lega prima e di Forza Nuova poi) ha deciso di lasciare il suo incarico politico e prendersi l'aspettativa dal suo lavoro da portuale. Dietro alla decisione dell'ex pugile, però, ci sono questioni personali e familiari e la gaffe di qualche giorno fa a Trieste non c'entra nulla. 

«Sono in treno per la Francia, vedo se posso arruolarmi nella Legione straniera e cambiare vita. Per adesso mi prendo un mesetto di pausa dal lavoro e dal Comune, poi deciderò quale vita scegliere» - ha spiegato Fabio Tuiach - «Marciare ha degli effetti miracolosi sulla mente e io sono un uomo di sport. Sono sempre stato massacrato per la mia fede, anche i nostri santi partivano per le crociate con la benedizione del Papa».

Fabio Tuiach, quindi, appare abbastanza deciso nella sua scelta: «Io sono un guerriero e quando le cose si mettono male, vado a marciare. Ora, se passo le selezioni, avrei la possibilità di diventare francese e avere una seconda opportunità nella mia vita a 39 anni. Non so quanto starò via, forse un mese ma forse potrei non tornare più».
Domenica 1 Dicembre 2019, 17:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA