Ex Ilva, i sindacati: «Si è bucata una caldaia, fiamme altissime dopo fuoriuscita metallo fuso»

Ex Ilva, i sindacati: «Si è bucata una caldaia, fiamme altissime dopo fuoriuscita metallo fuso»

Nel reparto Acciaieria 2 dello stabilimento siderurgico Arcelor Mittal di Taranto una siviera (una caldaia di colata che contiene metallo fuso) appena uscita dal Convertitore 1 si sarebbe bucata «sversando acciaio in fossa e procurando fiamme altissime che hanno raggiunto alcune tubazioni di gas». Ô quanto denunciano Fim, Fiom e Uilm, precisando che «solo l'intervento tempestivo dei vigili del fuoco che hanno gestito l'emergenza in maniera professionale ha evitato il peggio»

Guarda anche > Ilva, a Taranto nel bar di Nadia Toffa: «Qui assistiamo a tre funerali al giorno»


«Oltre al grave episodio - rilevano i sindacati - nell'intervento emerge una mancanza inaudita, la completa assenza della distribuzione d'acqua della linea d'emergenza che doveva essere utile al reintegro delle cisterne e di supporto a tutta l'acciaieria in caso di incendio». Le Rsu di Fim, Fiom e Uilm ritengono «intollerabile l'intero accaduto a dimostrazione che l'Acciaieria 2 e tutti gli altri impianti necessitano di interventi immediati, e di una seria manutenzione ordinaria e straordinaria sino ad oggi solo annunciata senza nessun effettivo intervento». I sindacati chiedono «un incontro urgente per trovare una soluzione definitiva, atta ad evitare ulteriori episodi, attraverso l'impiego concreto di attività manutentiva»
Martedì 12 Novembre 2019, 12:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA