Evade dai domiciliari, va alla scuola del figlio e prende a pugni il prof che gli aveva messo una nota

Gela, evade dai domiciliari, va alla scuola del figlio e prende a pugni il prof che gli aveva messo una nota

Evade dagli arresti domiciliari e va a scuola del figlio per picchiare un professore "colpevole" di aver rimproverato il ragazzo in classe perché disturbava. L'uomo, un 37enne, è stato arrestato dalla polizia a Gela.

Vittorio Sgarbi, in pensione senza lavorare: «Prenderò tra i 2,5 e i 3,5 mila euro. Ne spendo 30mila al mese»

L'episodio è avvenuto ieri in un istituto superiore della città Nissena, ma reso noto soltanto oggi. Lo studente aveva contestato il professore perché gli aveva messo una nota sul registro per il suo comportamento, pretendendone l'annullamento. L'insegnante, dopo aver rimproverato e ricondotto al proprio posto lo studente, aveva ripreso regolarmente le lezioni.

Dopo qualche ora nell'istituto si è presentato il nonno dello studente che chiedeva di parlare con il professore. Mentre l'insegnante dava spiegazioni è stato colpito alle spalle con un pugno all'occhio destro dal padre del ragazzo. L'uomo, che è stato identificato, è stato poi arrestato dalla polizia del locale commissariato per evasione dagli arresti domiciliari e condotto nel carcere di Gela.

Venerdì 7 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME