Estetista cinica, boom di incassi durante il lockdown: «Nonostante il covid a marzo ho fatturato 5,3 milioni di euro»

Video

Estetista cinica, boom di incassi durante il lockdown: «Nonostante il covid a marzo ho fatturato 5,3 milioni di euro». In un'intervista al Fatto quotidiano, Cristina Fogazzi, 45enne di Brescia, alias l'Estetista cinica - una tra le influencer di beauty più famose del web - ha raccontato di come ha riorganizzato il suo lavoro per l'emergenza Covid. E di come, nonostante la pandemia, sia riuscita ad incassare in appena quattro mesi 13 milioni di euro. Nel 2019, i ricavi complessivi erano stati di 29 milioni di euro.

Leggi anche > Povia, la frase choc in diretta a Vieni da me. Ospiti furiosi e rivolta in studio, Caterina Balivo allibita: «Hai detto una cretinata...»

«Ho organizzato le consulenze online - ha spiegato al Fatto -. In due ore me le hanno prenotate tutte fino a fine maggio. Prenoti la mia estetista, lei in video-chiamata ti guarda il sedere, ti guarda la faccia e ti consiglia i nostri prodotti. Quindi io alle dipendenti del mio centro estetico pago lo stipendio e anche la percentuale sul venduto. Le ho tolte dalla cassa integrazione e loro sono felici».



Cristina Fogazzi ha spiegato di aver sempre puntato sulle vendite online e di come questo abbia fatto la differenza: «L’e-commerce di prodotti per il viso e il corpo mi ha salvata. In questi mesi di quarantena magari la voglia di comprarsi un vestito non veniva, ma, vista l’inattività, quella di mettersi un fango sulle gambe sì. A marzo ho fatto il record di incassi, 5,3 milioni di euro, il doppio dello scorso anno nello stesso mese. E ad aprile 4 milioni. Io lavoravo online da un sacco di tempo, è stata la mia forza».

Infine, l'Estetista cinica ha concluso parlando di come organizzerà il suo centro estetico per la sicurezza delle sue dipendenti e delle clienti: «Ho chiesto la consulenza di un virologo. Termoscanner, guanti e mascherine FP3 per le mie dipendenti, fornirò mascherine per le clienti, ho acquistato un nuovo costoso impianto di aria condizionata e non faremo alcun trattamento viso, ma solo corpo. Troppo rischioso».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Maggio 2020, 23:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA