Escher, in una scuola media di Angri le opere "prendono vita" con la stampa in 3d VIDEO

Escher, in una scuola media di Angri le opere "prendono vita" con la stampa in 3d VIDEO

Alla scuola media "Galvani Opromolla" di Angri, in provincia di Salerno, si dà consistenza alle opere di Maurits Cornelis Escher (1898-1972). I quadri del pittore e incisore dei Paesi Bassi vengono infatti realizzati grazie alla tecnologia della stampa in 3d.

 

 

 

E’ il professor Pietro Balzano della scuola media "Galvani Opromolla" a spiegare l’idea alla base del progetto: “Sono riuscito – ha detto - ad organizzare una squadra vincente, quella che amo definire la mia “squadra”! Insieme al mio collega, il professore di arte Giovanni Gargano ed i ragazzi delle due classi 2^I e 2^N entusiasti e volenterosi abbiamo iniziato a lavorare subito, producendo, in un clima di grande euforia, degli ottimi lavori”.

 

 

Si è poi passato al lavoro vero e proprio: “La prima opera è stata forse il lavoro più complesso ovvero “angeli e demoni”. Le prime difficoltà hanno evidenziato i limiti di una stampa del lavoro composito con un’unica macchina, ma le abbiamo brillantemente superato, configurando - spiega Pietro Balzano - e cablando tre stampanti. Dopo vari giorni di stampa, abbiamo realizzato su un piatto l’assemblaggio di tutti i pezzi: i demoni sono di colore rosso e gli angeli bianco, il loro incastro …perfetto! Per completare e affinare il nostro tributo a Escher, abbiamo deciso di inserire e rendere à la page la nostra opera: gli studenti hanno deciso di realizzare, con la struttura di angeli e demoni, dei porta tablet”.

 

 

 

Ancora il professor Balzano: “Il secondo lavoro ha inerito le famose metamorfosi di Escher, e noi abbiamo scelto le lucertole. Il terzo lavoro è stato anticipato da una lezione di storia dell’arte, durante la quale si accenna al viaggio di Escher in Campania, durante il quale l’artista ha realizzato dei bellissimi lavori, soprattutto lasciandosi ispirare dagli squarci di bellezza della Costiera amalfitana: mare e cielo rappresentano lo sfondo ideale dell’idea di libertà. I pesci nel mare e gli uccelli nel cielo illuminano la creatività delle nostre giovani menti, subito recettive. Usando il bianco e l’azzurro come colori, operando su disegni rifiniti alla perfezione, abbiamo realizzato subito una bozza che abbiamo voluto condividere anche alla dirigente che ne è rimasta entusiasta”.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Febbraio 2021, 15:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA