Lite e spari in auto: lui trovato morto, lei ferita. Giallo sul movente

Enzo Minisini di Colloredo morto, la donna etiope operata d'urgenza. Non è chiaro chi abbia sparato

Video

Un uomo di 75 anni, Enzo Minisini di Colloredo, è deceduto questa mattina nella campagna della frazione di Caporiacco di Colloredo di Monte Albano in Friuli attorno alle 9.30 dopo una sparatoria nella quale risulta ferita anche una donna. Sul posto i carabinieri. Non si esclude il movente passionale. La donna gravemente ferita è stata ricoverata all'ospedale di Udine in codice rosso. 

I due avevano raggiunto la campagna assieme a bordo della Fiat Panda di lei. Una prima ipotesi è che lui abbia colpito con la pistola la donna, ferendola gravemente e poi se la sia rivolta contro suicidandosi. La donna, una etiope di 47 anni, vive a San Vito al Tagliamento (Pn). Sopravviverà: le hanno tolto due proiettili da scapola e ginocchio, dopo un delicato intervento chirugico. E' stata colpita mentre tentava di fuggire da lui. Minisini era ospite di una casa di riposo a Majano. 

Gli investigatori stanno cercando di ricostruire quei momenti e di chi fosse l'arma utilizzata nella sparatoria. Sembra al momento escludersi il coinvolgimento di altre persone nel delitto.  Due delle tre figlie di Minisini sono giunte sul luogo del ritrovamento del cadavere per il riconoscimento. L'anziano era separato dalla moglie da molti
anni. 

La procura

«Al momento ogni ipotesi è aperta e le conclusioni sono assolutamente premature»: è quanto ha riferito il Procuratore di Udine, Massimo Lia, in relazione al ritrovamento di un uomo ucciso da colpi d'arma da fuoco a Caporiacco di Colloredo di Monte Albano. Un'altra ipotesi accreditata dagli investigatori, oltre a quella del tentato omicidio-suicidio, è quella che l'uomo possa aver sparato in direzione della donna e che questa, seppur ferita, sia riuscita in qualche modo a disarmarlo e a sparare a sua volta, uccidendolo. Per entrambe le ipotesi il procuratore capo di Udine Massimo Lia non si è sbilanciato sottolineando che «a distanza di ore non c'è ancora una ricostruzione univoca che ci permetta di privilegiare un'ipotesi rispetto alle altre». In assenza di testimoni oculari e di riprese di telecamere di videosorveglianza, gli investigatori attendono che le condizioni della donna migliorino per interrogarla e tentare di ricostruire la dinamica dei fatti. «La versione della donna potrà essere raccolta soltanto quando i medici ce lo consentiranno, quasi sicuramente non prima di domani», ha specificato in questo senso il procuratore. «Tutto può essere, allo stato attuale - ha concluso - Ci sono gli esperti della Scientifica, c'è il medico legale, ci sono investigatori molto capaci e bisognerà comparare quanto hanno riscontrato con le parole della donna ferita: fino a quel momento non sarà possibile fornire un quadro inconfutabile. Non essendoci altre persone presenti, né telecamere da consultare». A dare l'allarme è stata la stessa donna che è riuscita a raggiungere l'abitazione più vicina e ha chiesto soccorso.

Chi era la vittima

«Siamo sgomenti e increduli per quanto accaduto»: lo ha detto, Luca Ovan, il sindaco di Colloredo di Monte Albano. Il primo cittadino è stato tra i primi ad accorrere, anche se non ha potuto raggiungere la zona periferica, in mezzo ai campi, lungo la strada che conduce a San Daniele del Friuli, dove è avvenuta la tragedia: «Le forze dell'ordine non fanno giustamente passare nessuno - ha riferito -: da parte nostra siamo a completa disposizione dei congiunti delle persone coinvolte». «L'uomo trovato morto è uno storico concittadino - ha concluso l'amministratore locale - anche se qualcuno mi riferisce che da poche settimane aveva trasferito la propria residenza a Majano. Ma preferisco non aggiungere dettagli fino a che gli investigatori non ufficializzeranno le identità delle persone coinvolte».

Video

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Marzo 2022, 17:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA