Elvira, uccisa da una moto che stava impennando: l'incidente in un video choc, scaraventata per 20 metri

Il reparto Infortunistica stradale ha acquisito le immagini che aiutano a fare chiarezza sull'accaduto

Video

Elvira Zriba è stata colpita e uccisa da una moto arrivata in impennata e ad alta velocità. Le verità sulla dinamica dell'incidente è stata rivelata da un video delle telecamere di sorveglianza, acquisito mercoledì dal reparto Infortunistica stradale. La cameriera di origine tunisina stava attraversando la strada sulle strisce pedonali di via Caracciolo per andare a buttare la spazzatura, quando è stata colpita dalla moto e scaraventata sull'asfalto per circa 20 metri. Trasportata in ospedale in condizioni disperate, è morta poco più tardi. L'uomo alla guida non aveva la patente.

Bambino di 3 anni muore dopo un incidente in scooter: indagato il papà

Alex e Corinna cadono nel dirupo con la moto: la tragedia dei due fidanzati di Bolzano, avevano 22 e 24 anni

Investita sul lungomare, il video choc 

L'incidente è avvenuto nella notte tra domenica e lunedì, all' 1:25. Elvira si trovava sul lungomare di Napoli all'altezza del civico 10. Come si vede nel video, la ragazza (34 anni) stava attraversando via Caracciolo, quando è stata colpita dal veicolo che stava sopraggiungendo a velocità sostenuta. L'impatto è stato violentissimo. Il motociclista, che stava trasportando un'altra persona sul sellino posteriore, ne è uscito illeso. La moto si è inclinata ma ha proseguito la corsa per circa 30 metri. La vittima invece è volata per 20 metri, fino ai bidoni della raccolta differenziata. Sull'asfalto nessun segno di frenata. L'alta velocità e l'impennata hanno ridotto quasi a zero la visibilità del motociclista. Secondo i primi rilievi la moto stava viaggiando ai 100 km/h, ma per stabilirlo con certezza sono in corso ulteriori indagini. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 2 Settembre 2022, 21:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA