Elena Ceste, il doloroso ricordo della figlia: «Vorrei vederti un solo istante. Ma tu, mamma, non puoi»

di Alessia Strinati
Resta ancora dolore per il caso di Elena Ceste. La donna scomparsa la mattina del 24 gennaio 2014 dalla casa di famiglia a Costigliole d'Asti, in Piemonte. Secondo la Cassazione ad ucciderla è stato suo marito, Michele Buoninconti, condannato a 30 anni di carcere, ma in questa tragedia familiare chi soffre ancora oggi sono i figli di Elena. La figlia, ormai 18enne, Elisa, ha ricordato la mamma con un post su Instagram.

Foligno, il bimbo di colore umiliato in classe: «I compagni mi hanno difeso». Papà furioso, per lui è razzismo



«Vorrei vederti un solo istante, per donarti quel bacio che non ti ho dato», scrive sulla sua pagina, dopo che nel periodo di Natale aveva espresso come unico desiderio la voglia di abbracciare di nuovo la mamma. «Vorrei per un solo istante ritrovare il tuo calore nella magia di un abbraccio, avvolgendomi nel profumo della tua pelle! Vorrei parlarti un solo istante, per raccontarti il mio dolore! Vorrei ascoltarti un solo istante, per consolare il mio cuore e assaporare attimi di infinito amore! Vorrei… Vorrei… Vorrei… ma tu mamma non puoi!».
 
 


Le parole di Elisa sono quelle di una figlia a cui manca la sua mamma, di una ragazza la cui famiglia è stata rovinata da una terribile tragedia segnata non solo dalla morte della madre, ma anche dal carcere del padre. La ragazza fu affidata ai nonni che da quel gennaio del 2014 si prendono cura di lei e dei suoi tre fratellini.
Venerdì 22 Febbraio 2019, 13:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA