L'addio a Duccio, investito dai rom. Il parroco: «Verrà il tempo della giustizia, non della vendetta»

di Domenico Zurlo
Lutto cittadino a Firenze, dove questa mattina si sono svolti i funerali di Duccio Dini, il giovane investito e ucciso da un'auto durante un inseguimento tra rom qualche giorno fa. A officiare la messa è stato don Massimiliano Gabbricci: il sindaco Dario Nardella ha deciso il lutto cittadino dando delle indicazioni a scuole, esercizi commerciali e luoghi pubblici su come rendere omaggio al 29enne morto tragicamente. «Adesso è il tempo del silenzio. Poi verrà il tempo della giustizia, ma non della vendetta», ha detto il parroco della chiesa di Santa Maria a Cintoia a Firenze, nel corso dell'omelia.

Inseguimento tra rom, Duccio non ce l'ha fatta. A Firenze tensione nel campo nomadi



«Oggi ho indetto lutto cittadino per la tragica perdita di Duccio Dini - ha scritto Nardella su Facebook - Invito tutti ad osservare, nei luoghi di lavoro e nelle scuole ancora aperte, un minuto di silenzio e raccoglimento alle ore 10.00 in coincidenza con i funerali che si tengono in forma privata. Inoltre invito gli esercizi commerciali ad abbassare le saracinesche per 10 minuti, dalle 10.00 alle 10.10, e a osservare nei luoghi dove si terranno eventi pubblici di spettacolo o intrattenimento un minuto di silenzio. Firenze è unita più che mai nell'abbracciare la famiglia e gli amici di Duccio. Questo è il giorno del cordoglio. Ciao Duccio».

 
 
 
Giovedì 14 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 11:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME