Droga dello stupro sul darkweb: nelle intercettazioni spunta il riferimento ad un «politico»

Droga dello stupro sul darkweb: nelle intercettazioni spunta il riferimento ad un «politico»

Un pusher intercettato: «Sto andando dal politico quello lì che abita davanti alla Corte di Cassazione»

Continua ad allargarsi l'indagine sul traffico di sostanze stupefacenti, tra cui la droga dello stupro, che oggi ha portato all'arresto di 39 persone tra cui Claudia Rivelli, 71 anni, attrice e sorella di Ornella Muti. Adesso nelle intercettazioni citate nell'ordinanza di custodia cautelare spunta il riferimento ad un «politico», non identificato dagli inquirenti. «Tra i vari episodi di vendita emerge in particolare quello riguardante un personaggio dai sodali definito 'il politico', verosimilmente senatore della Repubblica» scrive il gip Roberto Saulino poco prima delle telefonate intercettate tra venditore e intermediario. «Perché ce stava il senatore che gli servivi…quello lì de Lungotevere…». «Ah…il politico, aggiornami fra quanto devo anda' da lui…». 

 

Leggi anche > Droga dello stupro sul darkweb: arrestata la sorella di Ornella Muti, ci sono anche medici e prof

 

In un'altra intercettazione uno dei pusher afferma: «Io amore sto andando dal politico quello lì che abita davanti alla Corte di Cassazione… mi è uscita 'sta cosa qui al volo». In base a quanto si apprende nell'ambito dell'indagine i Nas hanno individuato e registrato 16 nuove sostanze mai giunte prima in Italia. Soltanto negli ultimi 7 mesi, la tabella delle 'nuove droghe' è stata aggiornata tre volte dal ministero della Salute. Sono in totale 290 le spedizioni tracciate dagli inquirenti per un volume di affari stimabile in quasi 5 milioni di euro.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Ottobre 2021, 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA