Muore in casa, lo trovano nel suo letto dopo una settimana: nessuno si era accorto della sua assenza

L'odore nauseabondo ha richiamato i vicini

Muore in casa, lo trovano nel suo letto dopo una settimana: nessuno si era accorto della sua assenza

di Paolo Travisi

Solo in casa, morto da una settimana e nessuno si era accorto della sua assenza. L’allarme è stato dato dai vicini di casa di Walter Zaghi, residente a Codigoro, nel ferrarese, perché da giorni avevano notato nuvole di mosche che volavano sulla porta dove abitava l'uomo. Ad attirarle l'odore nauseabondo che proveniva dall'interno. I vicini di casa  allora hanno chiamato i vigili del fuoco, segnalando che da giorni non avevano più visto l'uomo nei dintorni e comunque uscire dalla propria dimora.

Mamma muore nell'incidente con l'auto contro un muro: sbalzata fuori dalla vettura, illeso il neonato di 3 mesi

 

Solo in casa

Entrati all'interno dell'abitazione, i vigili del fuoco hanno rinvenuto la persona deceduta, il cui cadavere era in avanzato stato di decomposizione, anche a causa delle alte temperature di queste settimane. Zaghi giaceva sul letto, senza vita da circa una settimana, per cause al momento sconosciute che saranno chiarite meglio dall'autopsia. Fra le ipotesi più probabili quella di un improvviso malore, che non ha permesso all'uomo di chiamare i soccorsi.

Sabaudia, autocarro si schianta contro un albero. Morto il conducente 44enne, grave il passeggero

La vittima, in passato imbianchino, viveva da solo nella casa, non era sposato e secondo le prime informazioni non aveva neanche figli. Secondo il racconto dei vicini, l'uomo conduceva una vita abbastanza riservata, con pochi contatti con l'esterno anche per vie delle sue condizioni fisiche, visto che era in sovrappeso e faceva difficoltà a muoversi. Infatti per il suo peso, i carabinieri hanno dovuto chiedere l'intervento di un'autogru per rimuovere il cadavere dalla casa. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Luglio 2022, 12:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA