Draghi "salvatore" dell'Italia: boom di like sul web e dall'estero. Piazza Affari va su e lo spread scende ai minimi storici
di Mario Fabbroni

Draghi "salvatore" dell'Italia: boom di like sul web e dall'estero. Piazza Affari va su e lo spread scende ai minimi storici

Un boom di like. Mario Draghi e Sergio Mattarella dominano lo share del gradimento nei commenti degli osservatori e della gente comune, sui giornali stranieri e perfino sul web. La mossa del Quirinale sembra aver davvero colpito nel segno. 
VALANGA TWEET. Evidente l’effetto Draghi sul web, in particolare su Twitter. La società Reputation Science ha infatti monitorato le conversazioni online: tra la serata di martedì 2 e le prime ore di mercoledì 3 febbraio, l’ex presidente della Bce è stato menzionato oltre 260mila volte. Grande la popolarità degli hashtag #Draghi e #DraghiPremier. Non solo. È andata fortissimo sui social pure la battuta la battuta del comico Luca Bizzarri («Draghi non ha un profilo Twitter. È già qualcosa»). 


FUORI ITALIA. «La persona migliore per l’incarico peggiore» è il commento di una fonte del governo Biden sull’incarico di possibile premier a Draghi. Scrive Oxford Economics: “Il reale vantaggiò di un governo guidato da Mario Draghi deriva dalle ottime relazioni dell’ex presidente della Bce nella Ue e dall’essere ben qualificato per definire il Recovery Plan dell’Italia”. “Super Mario, il banchiere che ha salvato l’euro, pronto a soccorrere l’Italia” è il titolo del Times di Londra. “Italia da salvare” è il filo conduttore di quasi tutti i grandi organi di stampa stranieri, unitamente all’unico salvatore possibile: “Super Mario”. 
I NUMERI. Piazza Affari e Spread fanno capire chiaramente di gradire: segno + per la Borsa mentre lo Spread è addirittura arrivato a sfiorare quota 100 come non accadeva da 15 anni. Il vice presidente della Commissione, Margaritis Schinas, ammette: «Draghi è rispettato e ammirato qui a Bruxelles e non solo». L’uomo giusto al momento giusto


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Febbraio 2021, 11:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA