Distanti ma unite, il progetto di 14 donne per avvicinarsi virtualmente in tempo di Coronavirus

Distanti ma unite, il progetto di 14 donne per avvicinarsi virtualmente in tempo di Coronavirus

Sono quattordici donne, per lo più giornaliste, vivono in diverse città d'Italia e d’Europa e hanno deciso di unire le loro forze creative per trasmettere tutta la loro energia in un momento storico così difficile, a casua dell'emergenza coronavirus.
E' nato così il progetto "Distanti ma Unite", pensato - spiega l'ideatrice Elisabetta Mazzeo - non solo per tenere compagnia e regalare un sorriso a chi è a casa in questi giorni, ma anche come orizzonte di ripartenza dopo questa triste storia planetaria".

Mamme, mogli, fidanzate, single, professioniste, tutte insieme si sono messe all'opera per raccontare e raccontarsi. "Parleremo dei più svariati argomenti attraverso le varie rubriche che ciascuna di noi curerà personalmente - continua Mazzeo -: storie di solidarietà, di sport, ricette culinarie, consigli per il fitness, il benessere e il tempo libero, riflessioni sparse, reportage, interviste e video testimonianze dei tempi che stiamo vivendo. Siamo donne in carriera che si mettono insieme in un momento di isolamento forzato, di paura e di timore per condividere storie e offrire idee su come trascorrere al meglio queste giornate così particolari. Siamo anche mamme e artiste, che oggi sentono forte l'esigenza di alimentare la speranza di un mondo migliore. Siamo infine ragazze che hanno deciso di mettersi in gioco, che non si sono mai arrese davanti alle difficoltà, che hanno fatto scelte di vita importanti pur senza rinunciare mai a sognare e a credere in se stesse. Donne forti, coraggiose e testarde, insomma, che oggi si sono messe insieme in un momento di estrema difficoltà, di isolamento forzato, di paura, di timore, per donare sorrisi, condividere storie, spunti di riflessione, per offrire idee su come riempire al meglio questo strano tempo che stiamo vivendo. Una "quarantena" che non abbiamo scelto ma che forse ci sta insegnando a dare la giusta importanza all'unica cosa che conta: l'amore. Il nostro - conclude l'ideatrice - è un modo per sentirsi unite nonostante la distanza fisica. E proprio da qui è nato il titolo del progetto: siamo distanti perchè fisicamente lontane, ma unite dalla passione per la comunicazione e dall'affetto che ci lega".
Chi volesse seguire le avventure di questo gruppo rosa così agguerrito, può visitare la pagina web distantimaunite.blogspot.com.
Il lancio dell'iniziativa è avvenuto il 30 marzo alle 18.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 30 Marzo 2020, 17:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA