Denise Pipitone, a “Storie Italiane” la lettera di un testimone: : «Non sarò mai un collaboratore di giustizia ma ho tante cose da dire»

Video

Storie Italiane torna sul caso di Denise Pipitone. Un testimone, che ha svelato la sua identità, ha scritto una lettera in cui ha raccontato di sapere delle cose sul rapimento della bambina scomparsa da Mazara del Vallo nel 2004. Si tratta di una lettera firmata dove sono usciti i nomi dei due possibili indagati, Anna Corona e Beppe Della Chiave.

 

Leggi anche > Roma, reclusa e stuprata per mesi: l'incubo di una ragazza di 19 anni. Arrestati due pakistani

 

La lettera è arrivata alla Procura ed è ora al vaglio degli inquirenti per capire se quanto raccntato nella lettera possa avere un fondo di verità ed essere di fatto correlato al caso di Denise. Non si conosce il contenuto della lettera, ma solo un passaggio in cui il testimone afferma: «Non sarò mai un collaboratore di giustizia ma ho tante cose da dire per tutelare la mia famiglia e forse finalmente scoprire la verità su Denise».

 

Nella stessa lettera parla di un'auto all'interno della quale sarebbe stata avvistata la piccola Denise. L'auto in questione è lo stesso modello acquistato da Beppe Della Chiave nel maggio del 2004, pochi mesi prima del rapimento della bambina. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Giugno 2021, 12:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA