Denise Pipitone, il pozzo nell'ex casa di Anna Corona non è stato svuotato dall'acqua e non è sotto sequestro. Nuovi dubbi sul caso

Denise Pipitone, il pozzo nell'ex casa di Anna Corona non è sotto sequestro. Nuovi dubbi sul caso

Storie Italiane è tornata sul caso di Denise Pipitone. Durante la trasmissione di Rai 1, condotto da Eleonora Daniele, si è tornati sul caso della bambina scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo dopo che ieri sono state fatte delle indagini nell'ex casa di Anna Corona, ex moglie del papà della piccola Denise.

 

Leggi anche > Denise Pipitone, le prime parole di Piera Maggio: «Sono scioccata, non sapevo stessero cercando il cadavere di mia figlia» 

 

Ieri si è parlato di ricerche di resti, l'ipotesi era che nello stabile ci fosse il corpo della bambina che quindi sarebbe stata uccisa e il cui cadavere sarebbe stato nascosto per anni. Tutto questo è nato dopo la segnalazione di una botola, un pozzo che non è mai stato verificato nelle indagini e nel corso del programma si chiarisce che nelle indagini di ieri i carabinieri avrebbero controllato il pozzo in questione. L'acqua del pozzo non è stata tolta, questo ha fatto pensare che nella botola potessero esserci dei resti, ipotesi smentita dal fatto che a fine giornata i militari hanno abbandonato la casa senza lasciare sigilli, quindi, fino a prova contraria, in quello stabile non è stato trovato nulla di rilevante ai fini del ritrovamento della bimba.

 

Le indagini hanno però scatenato ancora una volta molti interrogativi. Primo tra tutti il perché in 17 anni non sia mai stata controllata quella botola. Ma crescono anche i dubbi sulle indagini condotte sulla famiglia Corona. Il pm che in un primo momento si occupò del caso di Denise, nella puntata di ieri a Chi l'ha visto, ha parlato di un trattamento "di grande rispetto" nei confronti di Anna Corona e di tutta la sua famiglia, un rispetto che si traduce con indagini condotte in modo poco approfondito.

 

A Storie Italiane ci si è interrogati ancora una volta su questo "rispetto" e si è tornati a parlare di un muro di omertà, in cui forse qualcuno sa e non ha mai voluto parlare. A tal riguardo sono state fatte ascoltare due telefonate che vedono come protagonista Anna Corona. Una con un uomo, in cui lei chiede a lui se ha visto i giornali, dove lo invita a non farsi sentire, a non chiamarla e a non farle domande, come se lei sapesse di essere intercettata e avesse qualcosa da nascondere. In una seconda telefonata, sempre con Anna, si sente in sottofondo una voce di bambina che dice "pronto" a cui la donna risponde seccamente "Stai zitta", il sospetto è che quella vocina fosse proprio di Denise. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 7 Maggio 2021, 13:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA