Decreto Covid in vigore da oggi: tutte le regole, dall'obbligo di vaccino a quarantena e Super Green pass

Decreto Covid in vigore da oggi: tutte le regole, dall'obbligo di vaccino a quarantena e Super Green pass

Le misure varate dal governo sono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale e riguardano la quarantena, l'obbligo vaccinale per gli over 50 e il super Green Pass

Entra in vigore oggi il nuovo decreto Covid. Le misure varate dal governo sono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale e riguardano la quarantena, l'obbligo vaccinale per gli over 50 e il super Green Pass. Il provvedimento, adottato per arginare i contagi, è al centro delle critiche di chi lo considera ancora troppo blando. Per intensificare le restrizioni ad esempio il presidente della Regione Campania De Luca ha disposto la chiusura delle scuole; ma ecco nel dettaglio le norme previste. 

 

Leggi anche >  Omicron, quando caleranno i contagi? «Picco nella seconda metà di gennaio»

 

Obbligo di vaccino per gli over 50

 

Le persone che hanno compiuto o hanno più di 50 anni dovranno sottoporsi al vaccino, in caso contrario potrebbero incorrere in sanzioni. Per correre ai ripari ci sarà una corsia preferenziale in tutte le regioni nella prenotazione. Per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età sarà necessario il Green pass rafforzato per l’accesso ai luoghi di lavoro dal 15 febbraio prossimo. Senza limiti di età, l’obbligo vaccinale è esteso al personale universitario così equiparato a quello scolastico. I lavoratori over 50 non in possesso del Super green pass sono considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro, fino alla presentazione delle predette certificazioni, e comunque non oltre il 15 giugno 2022, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro. Per i giorni di assenza ingiustificata non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominati. Per le violazioni sul Super green pass per i lavoratori over 50 la sanzione amministrativa è stabilita nel pagamento di una somma da euro 600 a euro 1.500 e restano ferme le conseguenze disciplinari secondo i rispettivi ordinamenti di settore.

 

"Lockdown" per i non vaccinati

 

Al via sempre per quella data una sorta di lockdown per i non vaccinati dal momento che il certificato verde rafforzato sarà obbligatorio per salire su treni, bus, metro e tutti gli altri mezzi di trasporto, mangiare nei locali all'aperto (oltre che in quelli al chiuso, come già previsto), per entrare in alberghi, andare a fiere, impianti sci e tanti altri luoghi di socialità e svago. E per chi viola le regole, sono previste in questo caso multe da 400 a 1000 euro. 

 

Scuola e quarantene

Intanto, le scuole riapriranno normalmente. Nella scuola dell'infanzia, nelle primarie e secondarie gli insegnanti dovranno indossare le mascherine Ffp2. Per quanto riguarda le quarantene: alla materna, in presenza di un positivo in classe, scatta la sospensione delle attività per 10 giorni mentre alle elementari con un solo caso si applica la sorveglianza, che prevede un tampone al primo e al quinto giorno dalla scoperta del caso, e con due si va in dad per 10 giorni. Per medie e superiori la norma prevede: con un caso di positività si continua ad andare a scuola in presenza e si applica l'autosorveglianza e l'obbligo di mascherine Ffp2; con due casi chi è vaccinato con il booster o guarito da meno di 4 mesi resta in classe, i non vaccinati e i vaccinati e guariti da più di 120 giorni vanno invece in dad; con 3 positivi, tutta la classe resta a casa e segue le lezioni da remoto per un tempo massimo di 10 giorni.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Gennaio 2022, 10:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA