Ddl concorrenza in pillole. Notai e spiagge, niente liberalizzazioni: telefonia mobile, più tutele ai clienti
di Alessandra Severini

Ddl concorrenza in pillole. Notai e spiagge, niente liberalizzazioni: telefonia mobile, più tutele ai clienti

Via libera al disegno di legge: esteso il rimborso diretto per Rc auto

Approvato in Consiglio dei ministri il Ddl concorrenza, un testo che il governo Draghi considera uno dei pilastri del Piano di Ripresa e resilienza. Le spaccature nella maggioranza hanno però dato vita ad un testo molto più debole di quello previsto dalle intenzioni dell'esecutivo. Niente liberalizzazioni per notai, spiagge, ambulanti. Saltata anche la norma che prevedeva di accelerare le autorizzazioni per nuovi inceneritori di rifiuti. «La legge avrà durata annuale - ha detto il premier Draghi - e vuole aprire i mercati anche alle imprese di piccole dimensioni e tutelare i consumatori».


RC AUTO Estensione obbligatoria del regime di rimborso diretto anche alle compagnie di assicurazione straniere con sede legale in uno Stato Ue. Il risarcimento diretto prevede che in caso di sinistro sia possibile ottenere il risarcimento del danno direttamente dalla propria compagnia di assicurazione che poi potrà rivalersi nei confronti della compagnia del soggetto che ha causato il sinistro.


SPIAGGE Niente liberalizzazioni, per ora. La Ue ci chiede da tempo di bandire delle gare per la concessione di beni pubblici come le spiagge. Ma l'Italia fa orecchie da mercante e le direttive europee non vengono applicate. Si calcola che su oltre 29mila concessioni demaniali marittime, più di 21mila paghino un canone inferiore a 2.500 euro. Il ddl Concorrenza prevede che entro sei mesi sarà fatto un censimento aggiornato delle concessioni. La mappa servirà per avere un quadro di chi detiene la concessione, da quanto tempo è a quale costo, ma le gare dovranno ancora aspettare.


AMBULANTI Anche qui non ci sarà la liberalizzazione delle licenze prevista dalle direttive europee.
TAXI Più licenze e sanzioni più gravi per gli abusivi. Semplificazione degli adempimenti amministrativi su vincoli territoriali, tariffe e sistemi di turnazione. Ma le novità non piacciono alle organizzazioni di categoria che minacciano di scendere di nuovo in piazza.


TELEFONIA MOBILE Più tutele per i clienti. Le compagnie telefoniche dovranno acquisire la prova del consenso del cliente prima di addebitare costi di servizi in abbonamento offerti da terzi. Inoltre si vieta di attivare senza il consenso espresso e documentato dell'utente servizi in abbonamento da parte degli stessi operatori o di terzi. Authority. Riviste le procedure per la selezione di presidenti e componenti, per rafforzare indipendenza e trasparenza.


SANITÀ Più trasparenza nella scelta dei dirigenti ospedalieri e nelle procedure di accreditamento delle strutture private.


riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Novembre 2021, 11:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA