Quelle strane morti nel mondo finanziario che la stampa estera collega alla "caduta" di David Rossi a Siena.
di Emilio Orlando

Quelle strane morti legate al "suicidio" di David Rossi a Siena. Anche la stampa internazionale indaga.

Non solo festini a base di sesso e droga e depistaggi, il giallo sulla caduta mortale di David Rossi è seguito anche dalla stampa internazionale che parla di due filoni d’indagine sull’asse Siena Londra. Milioni di lettori da tutto il pianeta sono interessati all’evolversi della vicenda. Dalle testate giornalistiche degli Stati Uniti a quelle del Regno Unito e della Germania.

La correlazione tra due strane morti, archiviate entrambe, almeno per il momento, come suicidi potrebbe riscrivere la verità sul giallo che avvolge riguarda David Rossi portavoce del Monte dei Paschi di Siena, trovato cadavere il 6 marzo del 2013 in una stradina sottostante l’ufficio del quartier generale della banca dove lavorava. Un altro suicidio sospetto, legato alla vicenda italiana, è quello del banchiere William Broeksmit americano di nascita ma londinese di acquisizione, morto impiccato 17 mesi dopo Rossi nella abitazione di Londra.

I titoli dei giornali e dei siti d’informazione esteri dell’epoca, come Reuters, Dailytelegraph e The Times, ipotizzarono sin da subito un legame tra le due morti. Infatti Broeksmit, manager della Deutsche bank, era considerato il padre e creatore del famigerato derivato Santorini, la cui partecipazione di Mps all’operazione, permise a quest’ultimo colosso bancario, mediante “un’alchimia” di ingegneria finanziaria, ideata da Deutsche bank, di coprire un buco di liquidità pari a 367 milioni di euro.

Già all’epoca, il video di cui la stampa e la magistratura vennero in possesso, mostrava la caduta di Rossi, da una non meglio precisata altezza, con la schiena rivolta all’esterno ed il braccio alzato, come se la precipitazione fosse avvenuta dopo che si era aggrappato ad un qualche cosa. Inoltre dal filmato, si capì sin da subito, che non fu la caduta ad uccidere il capo della comunicazione della banca più antica del pianeta.

Il suo cuore, cessò di battere solo venti minuti dopo. Era ancora vivo quando due loschi figuri, ripresi in maniera non nitida dalla telecamera di video sorveglianza, si avvicinarono al corpo agonizzante per poi allontanarsi senza soccorrerlo. Qualche minuto dopo qualcuno gettò anche l’ orologio di Davide Rossi, le cui lancette si fermarono solo 22 minuti dopo la caduta. I tanti punti oscuri messi in luce già in tempi non sospetti dai quotidiani britannici, sono stati evidenziati anche dal colonnello del reparto investigazioni scientifiche dei carabinieri David Zavattaro che sostiene che Rossi prima di cadere dalla finestra o dal tetto del palazzo dove lavorava potrebbe aver avuto una colluttazione dentro gli uffici della banca. Questo secondo l’ufficiale dei Ris spiegherebbe anche la presenza di fazzolettini sporchi di sangue trovati nella stanza del portavoce, le cui macchie ematiche sarebbero compatibili con le ferite al collo ed al labbro ritrovate poi sul corpo. Anche il suicidio londinese di William Broeksmit, secondo Scotland Yard, presenterebbe delle anomalie sia dal punto di vista tecnico che ambientale. Alla luce di quanto sta emergendo dalla duplice inchiesta italiana quella genovese e quella Toscana, dopo le rivelazioni delle Iene, relative a dei festini in alcune ville intorno a Siena, a cui avrebbero partecipato interi comitati d’affari e rappresentanti delle istituzioni, della magistratura e del potere finanziario, potrebbero esserci a breve dei colpi di scena importanti.
Mercoledì 3 Ottobre 2018, 15:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA