Da Salvini a Bonaccini, cresce il partito di chi vuole i ristoranti aperti di sera. Il Cts frena
di Alessandra Severini

Da Salvini a Bonaccini, cresce il partito di chi vuole i ristoranti aperti di sera. Il Cts frena

Riaprire bar e ristoranti la sera. E poi anche teatri, cinema, palestre. Lo chiede ormai da giorni Matteo Salvini che ieri, in proposito, ha avuto un incontro con il premier Mario Draghi. «Se la legge permette di pranzare in tranquillità e sicurezza alle 13, deve permetterlo anche alle 20» è il ragionamento del leader leghista. Appoggiato anche dal presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini: «Le riaperture potrebbero valere laddove nel territorio non si hanno troppi rischi di contagio con l’obiettivo di dare ossigeno a qualche attività». Stessa opinione per il governatore lombardo Attilio Fontana: «Meglio la cena in quattro al ristorante che gli assembramenti fuori dai bar». Il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli ha annunciato che «con il Cts stiamo lavorando a un protocollo per consentire alla ristorazione la ripartenza».

 

Wicky Priyan a Milano: «Non si può vivere di delivery. Apriamo anche di sera, mangiare nel locale è sicuro»

 

Di Giacinto a Roma: «Per noi aprire di sera sarebbe ossigeno dopo mesi duri e zero ristori»

 

La verità però resta quella dei dati. Con le varianti che spingono i contagi e l’aumento dei ricoveri e delle terapie intensive. Secondo gli scienziati, verso la metà di marzo la variante inglese sarà predominante in tutto il Paese. Gli esperti del Comitato tecnico scientifico, che il premier Draghi ha incontrato ieri sera in vista del nuovo dpcm che dovrà sostituire quello in scadenza il 5 marzo, frenano su un allentamento delle misure. «Noi siamo per la linea della prudenza – ha detto Agostino Miozzo del Cts – ma con Draghi non si è parlato del tema delle riaperture. Venerdì ci sarà una nuova fotografia della situazione e poi vedremo». Spetterà a Draghi trovare una difficile sintesi fra “aperturisti” e “rigoristi”.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Febbraio 2021, 08:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA