Covid, crescono le mini zone rosse in Italia: ecco quali sono in tutte le Regioni

Covid, crescono le mini zone rosse in Italia: ecco quali sono in tutte le Regioni

Cresono i contagi dovuti alle nuove varianti di Covid e in Italia aumentano le mini zone rosse. Si tratta di comuni, o province, che vengono isolate e all'interno delle quali lo svolgimento delle normali attività e degli spostamenti è ridotto all'essenziale per limitare la possibilità di contagio. Nessuna regione in Italia si trova in zona rossa ma il diffondersi della variante inglese preoccupa. Quali sono però le attuali zone rosse?

 

Leggi anche > Vaccino Astrazeneca, la circolare del ministero: «Ok somministrazione fino a 65 anni»

 

Una del prime zone rosse è stata la provincia autonoma di Bolzano e continua ad esserlo. In Atlo Adige si è registrata un'impennata di casi che hanno portato a nuove restrizioni che dureranno fino al 28 febbraio nei territori di Merano, Rifiano, San Pancrazio, Moso in Passiria, Malles Venosta, Lana e tutti i Comuni della val Passiria ossia San Martino in Passiria, Caines e San Leonardo in Passiria, dove fino al prossimo 7 per entrare o uscire dal territorio comunale serve  un tampone negativo non anteriore alle 72 ore.

 

A rischio anche la Liguria, in modo particolare le aree al confine con la Francia con i comuni di Ventimiglia e Sanremo. «L'ordinanza prevedrà da mercoledì a venerdì la chiusura totale delle scuole di ogni ordine e grado a Ventimiglia e Sanremo. Solo per Ventimiglia e Comuni limitrofi entreranno in vigore alcune misure come il divieto di asporto, il divieto di vendita di alcolici, il divieto di assembramenti, il divieto di spostarsi fuori Comune», ha spiegato il governatore Toti.

 

Preoccupa molto il Molise dove circa un comune su 4 si trova in zona rossa. Nello specifico i comuni in isolamento sono 28 tutti in provincia di Campobasso. Si tratta dei comuni di Termoli, Acquaviva Collecroce, Campomarino, Casacalenda, Castelmauro, Civitacampomarano, Colletorto, Guardialfiera, Guglionesi, Larino, Mafalda, Montecilfone, Montefalcone del Sannio, Montemitro, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Palata, Petacciato, Portocannone, Ripabottoni, Rotello, San Felice del Molise, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano di Puglia, San Martino in Pensilis, Santa Croce di Magliano, Tavenna e Ururi, che erano in zona rossa già da alcuni giorni , a cui si aggiungono Bonefro, Lupara, Montelongo, Morrone del Sannio e Provvidenti.

 

In Umbria l'intera provincia di Perugia è in zona rossa fino al 28 febbraio. Insieme alle zone limirofe al capoluogo resta in isolamento anche il comune di San Venanzo, in provincia di Terni.

 

L'Abruzzo, che è in zona arancione, ha diversi comuni isolati in zona rossa. Si tratta di molte aree in prossimità dei capoluoghi di Pescara e Chieti. Il 65% dei nuovi casi nella regione sarebbe legato alla variante inglese motivo per cui il Governatore ha deciso di isolare le due province con tutti i comuni all'interno dal resto delle aree. 

 

Paura anche nelle Marche dove resta isolata fino al 27 febbraio quasi tutta la provincia di Ancona. La regione resta in zona gialla ma numerosi comuni sono stati chiusi a causa della variante. Dalla mezzanotte del 23 febbraio e fino alle 24.00 di sabato 27 febbraio inoltre passano in zona arancione 20 Comuni della provincia di Ancona. Si tratta dei Comuni di Ancona, Camerata Picena, Castelfidardo, Castelplanio, Chiaravalle, Cupramontana, Falconara Marittima, Filottrano, Jesi, Loreto, Maiolati Spontini, Monte San Vito, Osimo, Ostra, Polverigi, Sassoferrato, Senigallia, Serra De' Conti, Sirolo, Staffolo.

 


Diverse zone rosse sono previste in Lombardia dove per ordine del Governatore Fontana ai comuni di Bollate, Castrezzato, Mede e Viggiù  sono state imposte restrizioni agli spostamenti fino al 24 febbraio, salvo proroghe. Però la regione chiede nuove restrizioni soprattutto legare alle scuole.

 

Zone rosse anche in Piemonte, Lazio e Sardegna. In Piemonte è stato isolato il comune di Re, nella provincia di Verbano-Cusio-Ossola. Nel Lazio sono invece tre i comuni in zona rossa: Colleferro, Carpineto, in provincia di Roma, e Roccagorga, in provincia di Latina. In Sardegna la zona rossa è nel comune di Bono, in provincia di Sassari.


Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Febbraio 2021, 14:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA