Covid, torna il rischio zona gialla entro Natale: cosa cambia per le regioni

La regione che sembra condannata è il Friuli Venezia Giulia, preoccupano anche Calabria e Marche

Covid, torna il rischio zona gialla entro Natale: cosa cambia per le regioni

La lotta al covid non conosce tregua e soste. E, proprio come lo scorso anno, con l'avvicinarsi delle feste natalizie aumentano le preoccupazioni. La regione con i dati più allarmanti è sicuramente il Friuli Venezia Giulia con 233 casi settimanali su 100mila abitanti e il 10,9% di posti occupati in terapia intensiva. Se l'evoluzione della curva dei contagi dovesse continuare a crescere, sarà sicuramente la prima regione che rischia di andare in zona gialla prima di Natale.

Leggi anche > Green pass, come potrebbe cambiare: «Durerà di meno, no tamponi». E l'obbligo può decadere

A rischiare grosso, però, ci sono anche la Calabria e le Marche. Queste ultime hanno l'88,1 di casi e il 10% dei posti occupati in terapia intensiva, con il 7,2% in area medica.

A preoccupare è la risalita veloce della curva epidemica in tutta Italia. Soltanto sette giorni fa era era pari a 53ora è a 78, anche se la media di occupazione dei posti in ospedale rimane ancora molto sotto la soglia

Mette in apprensione anche la situazione della Provincia autonoma di Bolzano con 316,3 casi e il 13,6% di posti occupati in area medica anche se resistono le terapie intensive che sono al 6,3%.

Per il passaggio dalla zona bianca a quella gialla, la norma attuale prevede l'incidenza settimanale oltre 50 casi per 100mila abitanti, il 10% dei posti occupati in terapia intensiva e il 15% in area medica

La situazione nelle altre regioni, al momento è questa. La Lombardia ha il 56,8 casi settimanali il 6,4% di posti occupati in area medica e il 2,9% in terapia intensiva. Il Lazio a 89,7 casi l’8,3% di area medica. Il Veneto ha 115,3 casi, l’Emilia-Romagna 87,7 e la Sicilia 66,6 la Toscana 71,9. 

CABINA DI REGIA

Cosa succederà dunque? Al momento nessuna regione italiana dovrebbe passare in zona gialla, a quanto si apprende. I dati dell'ultimo monitoraggio della Cabina di regia sull'andamento di Covid-19 danno il Friuli Venezia Giulia ad alta probabilità di progressione verso un rischio alto, la Calabria unica regione a rischio basso e tutte le altre regioni e province autonome sono classificate a rischio moderato.


Ultimo aggiornamento: Sabato 13 Novembre 2021, 22:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA