Covid, dall'Ema è arrivato l'ok al vaccino Valneva

Valneva è realizzato da un'azienda biotecnologica francese. E' raccomandato in persona tra i 18 e i 50 anni

Arriva il sesto vaccino autorizzato per la lotta al Covid. L'Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha raccomandato di concedere un'autorizzazione all'immissione in commercio del vaccino anti-covid Valneva per l'uso nella vaccinazione primaria di persone dai 18 ai 50 anni. Lo rende noto Ema. 

 

Omicron 5 è come un'influenza? Bassetti: «In certi casi anche meno». Chi ha preso la 1 è poco protetto

 

Valneva è realizzato da un'azienda biotecnologica francese. È un vaccino «classico», nel senso che contiene particelle intere inattivate (uccise) del ceppo originale del virus che non possono causare malattie ma innescano la risposta immunitaria. Lo studio principale condotto con il vaccino di Valneva ha confrontato la risposta immunitaria con quella indotta da un altro vaccino autorizzato ed efficace contro la malattia.

 

Covid, l'incubo non è ancora finito: «40% vaccinati può infettarsi. Senza isolamento avremmo più morti»

 

Secondo i risultati, spiega l'Ema in una nota, il prodotto di Valneva innesca una produzione di livelli più elevati di anticorpi contro il ceppo originale di Sars-Cov-2 rispetto al comparatore, Vaxzevria. Inoltre, la percentuale di persone che hanno prodotto un livello elevato di anticorpi era simile per entrambi i vaccini. Sulla base dei dati forniti, rileva ancora Ema. non è stato possibile trarre alcuna conclusione sulla capacità di innescare la produzione di anticorpi nelle persone di età superiore ai 50 anni. Per questo, il vaccino è attualmente raccomandato solo per l'uso in persone tra i 18 ei 50 anni di età. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Giugno 2022, 17:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA