Covid, tamponi gratis dal medico di base. Il Governo stanzia 30 milioni di euro per distribuire 2 milioni di test entro l'anno
di Mario Fabbroni

Covid, tamponi gratis dal medico di base. Il governo stanzia 30 milioni di euro per distribuire 2 milioni di test entro l'anno

Medici di base e Governo si vedranno pure oggi per siglare l’accordo, ma la svolta c’è già stata: i tamponi si faranno anche negli studi dove i medici di base ricevono i loro assistiti, quindi non solo in drive-in e laboratori privati.

Leggi anche > Ristori a fondo perduto, Gualtieri: «Primi rimborsi già a metà novembre». Tutti gli indennizzi


Anzi, l’accordo è più ampio e addirittura prevede che il paziente non paghi alcuna somma di denaro: il tampone veloce (quello che indica subito se c’è una carica virale positiva al Covid) sarà completamente gratuito, ovvero a carico del Servizio Sanitario Nazionale. I medici di famiglia guadagneranno invece da ogni prestazione: 18 euro per i tamponi eseguiti direttamente nello studio professionale e 12 euro se invece il tampone verrà somministrato all’assistito in una struttura della Asl. Trenta milioni lo stanziamenti complessivo per 2 milioni di tamponi da distribuire entro fine anno a 53 mila medici di base.


La mossa del Governo potrebbe rivelarsi un toccasana per ospedali e terapie intensive in quanto abbrevierà i tempi di individuazione dei soggetti positivi (specie asintomatici) e soprattutto delle risposte al test. La Sisac (Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati) dovrebbe firmare l’accordo perché sembra sia stato superato uno dei punti controversi. Il testo, che confluisce nel contratto di lavoro dei medici convenzionati, prevedeva infatti l’obbligatorietà per tutti i medici di medicina generale di eseguire i test rapidi, invece sarebbe stato introdotto il principio dell’adesione su base volontaria. 
Infine non sarebbero più a carico dei professionisti sia i costi per la formazione sui tamponi da eseguire che per la manutenzione delle apparecchiature di diagnostica fornite dalle Regioni. 
riproduzione riservata ®

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Ottobre 2020, 08:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA