Covid, tamponi gratis in farmacia per chi si vaccina. L'iniziativa di Federfarma

Covid, tamponi gratis in farmacia per chi si vaccina. L'iniziativa di Federfarma

C'è il rischio che, con l’aumentare delle richieste, possano generarsi intoppi e code fuori dalle farmacie

Tamponi gratis in farmacia per chi prenota il vaccino: è l’iniziativa lanciata il 15 ottobre da Federfarma per incentivare chi è ancora indeciso a sottoporsi al ciclo vaccinale. «In questi giorni - rende noto l'associazione - l'aumento del numero di persone che si recano in farmacia per effettuare i tamponi rapidi al fine di ottenere il green pass necessario per accedere ai luoghi di lavoro, rappresenta, per il farmacista, un’ulteriore occasione nella quale invitare gli indecisi a vaccinarsi».

 

Leggi anche - Green Pass, boom di certificati di malattia rispetto a venerdì scorso: + 23,3%

 

 

«Il farmacista, grazie alla sua professionalità ed esperienza, è in grado di stabilire una relazione di fiducia, basata sull’ascolto e sull’informazione chiara e puntuale, che aiuta la persona dubbiosa ad adottare un atteggiamento positivo nei confronti della vaccinazione, abbandonando le false suggestioni diffuse dalle fake news».

«Aderendo a questa iniziativa - sottolinea il presidente di Federfarma Marco Cossolo - le farmacie confermano, ancora una volta, il proprio ruolo di primo presidio sanitario di prossimità sul territorio costantemente impegnato in favore della tutela della salute della collettività».

Dal 15 ottobre, le file in farmacia per prenotare i tamponi per ottenere il green pass obbligatorio per il luogo di lavoro sono aumentate. In un solo giorno, sono stati emessi ben 860.094 green pass, e nelle ultime 24 ore i tamponi hanno toccato la quota record di 506mila, mentre dalla struttura del commissario Francesco Figliuolo segnalano il trend positivo delle prime dosi di di vaccino: giovedì sono state 73mila, il 34% in più rispetto all'inizio della settimana.

Resta il timore è che con l’aumentare delle richieste, possano generarsi intoppi sia dal punto di vista dell’approvvigionamento dei test sia da quello dell’analisi, come sottolinea la presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga: «Ho paura che, dal monitoraggio che abbiamo fatto, la capacità di effettuare tamponi da parte del settore privato, le farmacie, sia insufficiente. L'abbiamo segnalato al governo - ha spiegato Fedriga - e questa criticità va risolta. Se una persone vuole avere il green oass tramite tampone deve poterlo fare. So che il governo sta monitorando e ci sta lavorando».

Anche le parafarmacie hanno chiesto al ministro della Salute, Roberto Speranza, di essere autorizzati a eseguire i tamponi proprio come le farmacie, ma il segretario nazionale di Federfarma, Roberto Tobia, ha sottolineato che in farmacia non risultano problemi relativi alla disponibilità di tamponi.


Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Ottobre 2021, 16:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA