Covid in Italia, Rt da 0,91 a 1,26: variante Delta è prevalente. «Coi vecchi parametri 4 Regioni in giallo»

Covid in Italia, Rt da 0,91 a 1,26: variante Delta è prevalente. «Coi vecchi parametri 4 Regioni in giallo»

Covid in Italia, dai dati del monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute (relativi al periodo 12-18 luglio) non arrivano buone notizie sulla pandemia nel nostro Paese. L'Rt nazionale schizza in alto, oltrepassa la soglia di 1 e si attesta a 1,26: una persona con il virus ormai ne contagia più di un'altra. La scorsa settimana l'Rt era a 0,91. La variante Delta è ormai prevalente in Italia: accelera anche l'aumento dell'incidenza, ma i contagi sono ancora sotto controllo.

 

Leggi anche > Green pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco come ottenerlo

 

Sono 19 le Regioni a rischio moderato e 2 a basso rischio, nessuna Regione si trova sopra la soglia critica sia nelle terapie intensive che nei ricoveri ordinari. Aumentano i casi non associati a catene di trasmissione. L'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è riferito al periodo 30 giugno-13 luglio e - si legge nel Report - si osserva in maniera analoga un aumento dell'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero (Rt 1.16 al 13/7/2021 rispetto allo 0.97 della settimana precedente). «La elevata proporzione di soggetti giovani e asintomatici evidenziata dai dati epidemiologici pubblicati dall'Istituto Superiore di Sanità - evidenzia il Report - va considerata nella lettura di queste stime di trasmissibilità».

 

Leggi anche > Green pass, ipotesi tamponi gratis: ecco in quali casi

 

Con i vecchi parametri 4 regioni in giallo

 

Sono quattro le Regioni che nel periodo tra il 16 e il 22 luglio hanno superato la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti e che quindi, se non fosse stato previsto l'aggiornamento dei parametri nel nuovo decreto, sarebbero finite in zona gialla dalla prossima settimana. Il dato emerge dall'ultimo monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute all'esame della cabina di regia. Nello specifico, si tratta di Sardegna, con 82,8 contagi su 100mila abitanti, Veneto (68,9), Lazio (68,8) e Sicilia (64,9). 

 

Speranza: green pass per evitare le chiusure

 

«L'Italia oggi supererà 64 milioni di dosi somministrate. Un numero straordinario. Procediamo a ritmo incalzante: nelle ultime giornate ci sono state circa 570.000 dosi somministrate ogni giorno». Così il ministro della Salute Roberto Speranza alla presentazione del Rapporto Nazionale sull'Uso dei Farmaci in Italia realizzato dall'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa). «Siamo dentro una stagione epidemica in cui non possiamo abbassare la guardia o ridurre i livelli di attenzione e cautela, perché i numeri del Covid che ci vengono segnalati dalla stragrande maggioranza dei paesi europei e dalle regioni sono nuovamente in crescita. L'Italia sta provando a mettere in campo una strategia di contenimento del virus in questa fase, che è diversa rispetto alle precedenti per un elemento di fondo. La fase 2 del Covid vede, infatti, una significativa presenza di vaccini a disposizione».

 

«Il paese sta facendo un salto sul terreno di intercettare le potenzialità dell'epoca digitale: ieri alle 7 di mattina erano già stati scaricati 40 milioni e 66mila certificati verdi digitali o green pass, numero enorme che mostra come il paese sulla sfida del digitale è impegnato fino in fondo». «Ieri è stata una giornata importante per il nostro paese. Il governo ha fatto scelte impegnative nei confronti dei parametri per la colorazione delle regioni», ma anche «perché abbiamo voluto rafforzare lo strumento del green pass. L'alternativa sarebbero misure più diffuse e generalizzate, mentre il green pass è un'opzione che ci consente di mantenere aperte le attività». 

 

L'Rt regione per regione

 

Schizza, questa settimana, il valore dell'indice di trasmissibilità del contagio Rt in Sardegna, raggiungendo il valore di 2.24 (rispetto a 1.12 della scorsa settimana). Le altre Regioni con il valore di Rt più alto sono il Veneto (1.67 rispetto ad un valore pari a 1.17) , le Marche (1.46 contro 0.92 di sette giorni fa) e la Liguria (1.45 contro 1.12)). Le Regioni che hanno invece i valori di Rt più bassi sono il Molise, dove Rt questa settimana è pari a zero, e la Basilicata (0.81).

 

Questi, secondo quanto si apprende, i valori di Rt nelle varie Regioni e Province autonome indicati nella bozza di monitoraggio settimanale dell'Iss- Ministero della Salute sull'andamento dei contagi da Covid-19 ora all'esame della cabina di regia e che sarà presentata oggi:

Abruzzo 1.27;

Basilicata 0.81;

Calabria 0.95;

Campania 1.26;

Emilia-Romagna 1.35;

FVG 1.24;

Lazio 1.18;

Liguria 1.45;

Lombardia 1.34;

Marche 1.46;

Molise 0;

Piemonte 1.27;

PA Bolzano 1.24;

PA Trento 1.04;

Puglia 1,22;

Sardegna 2.24;

Sicilia 1.18;

Toscana 1.43;

Umbria 1;

Valle d'Aosta 0;

Veneto 1.67.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Luglio 2021, 12:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA