Covid, ricoveri e terapie intensive oltre la soglia d'allerta: le Regioni verso la zona gialla

Anche se non parallelamente ai contagi, aumentano i ricoveri nei reparti ordinari e nelle terapie intensive

Covid, ricoveri e terapie intensive oltre la soglia d'allerta: le Regioni verso la zona gialla

Anche se non parallelamente ai contagi, aumentano in Italia i ricoveri nei reparti ordinari Covid e nelle terapie intensive. In 13 diverse Regioni la percentuale delle occupazioni ha superato la soglia d'allerta che causerebbe il passaggio in zona gialla, mentre quelle già in zona gialla rischiano di passare in zona arancione. Ne consegue un aumento anche per quanto riguarda la media nazionale.

Leggi anche > Covid, ricoveri e terapie intensive: quando scattano le zone gialla, arancione e rossa

Con l'aumento di un punto percentuale, la media nazionale - secondo gli ultimi dati dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari (Agenas) aggiornati a ieri - raggiunge il 16%, superando così la soglia critica fissata dl 15%. In aumento di un punto percentuale anche l'occupazione media delle terapie intensive in Italia, dal 12% al 13% nelle 24 ore, 3 punti sopra il tetto massimo del 10%.

Covid e pressione ospedaliera, le percentuali in Italia

Nel dettaglio 'geografico', sono 13 le Regioni e le Province autonome che superano le soglia, fissata al 15%, dell'occupazione dei posti letto Covid nei reparti ordinari di area medica: Calabria (28%), Friuli Venezia Giulia (22%), Lazio (16%), Liguria (29%), Lombardia (16%), Marche (22%), provincia di Bolzano (17%), provincia di Trento (18%), Piemonte (19%), Sicilia (19%), Umbria (16%), Valle d'Aosta (29%) e Veneto (18%).
Per quanto riguarda l'occupazione delle terapie intensive, sono 13 le Regioni e province autonome oltre soglia critica del 10%: Abruzzo (13%), Calabria (13%), Emilia Romagna (13%), Friuli Venezia Giulia (15%), Lazio (14%), Liguria (19%), Lombardia (13%), Marche (17%), provincia Bolzano (18%), provincia di Trento (26%), Piemonte (15%), Toscana (14%), Veneto (17%).


Ultimo aggiornamento: Giovedì 30 Dicembre 2021, 08:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA