Sileri: «Ancora con la mascherina su aerei e treni, ma l’estate sarà in libertà»

Sileri: «Ancora con la mascherina su aerei e treni, ma l’estate sarà in libertà»

Bisognerà tener duro ancora qualche settimana per potersi godere l’estate in piena libertà. La decisione del governo sull’utilizzo delle mascherine al chiuso, in scadenza il 30 aprile, è attesa tra oggi e domani, ma si va verso una proroga dei dispositivi anti Covid «in alcuni casi, come su mezzi di trasporto quali aerei e treni, ma anche negli ospedali, nelle Rsa e in alcuni uffici a particolare rischio di assembramento». Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri specificando però che la proroga «sarebbe di qualche settimana, ma ad ogni modo prevedo un’estate senza l’utilizzo delle mascherine». Ovviamente in assenza di cambiamenti della situazione epidemiologica.

L’addio all’uso obbligatorio della mascherina al chiuso ci sarà quindi, ma non sarà un taglio netto. «Sicuramente elimineremo la mascherina in tantissime circostanze e questa settimana verrà data comunicazione di dove andranno o non andranno utilizzate» ribadisce Sileri ma «è chiaro che dobbiamo abbandonarla con progressività». Sul tavolo del ministero della Salute c’è anche l’allarme per i casi di epatiti acute di origine sconosciuta nei bimbi: le segnalazioni sono 11. Sileri chiarisce che «non c’è correlazione con il nuovo coronavirus, né con il vaccino Covid. L’ipotesi più verosimile sembrerebbe una possibile infezione da adenovirus, che normalmente non causa epatite, ma che magari in concomitanza con un’altra infezione o con altri fattori determina un danno epatico grave che può dare epatite. Sono ancora pochi casi, per questo non se ne conosce molto».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Giugno 2022, 12:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA